Bandi Nazionali Attivi

Analisi di Mercato Investimenti PMI

Bando attivo: sì

Data chiusura bando: a sportello

Qual'è la finalità dello strumento?

Agevolare la realizzazione di studi di prefattibilità e fattibilità collegati ad investimenti italiani in paesi Extra UE. Lo studio deve riguardare lo stesso settore di attività dell'impresa richiedente.

Chi sono i beneficiari?

Tutte le imprese italiane aventi sede legale in Italia, in forma singola o aggregata, comprese quelle a partecipazione giovanile o femminile. Nel caso di imprese aggregate la domanda è presentata dalla società capofila corredata dal mandato con rappresentanza sottoscritto dai partner. Tutte le obbligazioni sono assunte dai partner solidalmente.

Ci sono settori esclusi?

Si, non possono essere finanziate le imprese  operanti nei settori di attività esclusi ai sensi dell'art. 1 del regolamento UE n. 1407/2013.

ELENCO DEI SETTORI DI ATTIVITA’ NON FINANZIABILI PER LA REGOLA COMUNITARIA “DE MINIMIS”
(ATECO 2007 – Classificazione delle attività economiche)


SEZIONE A - Agricoltura, Silvicoltura e Pesca

SEZIONE C – Attività manifatturiere tutta la divisione 10 (Industrie alimentari), ad eccezione delle seguenti classi:
10.31 – Lavorazione e conservazione delle patate;
10.32 – Produzione di succhi di frutta e di succhi di ortaggi;
10.39 – Altra lavorazione e conservazione di frutta e ortaggi;
10.41 – Produzione di oli e grassi;
10.52 – Produzione di gelati senza vendita diretta al pubblico;
10.71 – Produzione di pane, prodotti di pasticceria freschi;
10.72 – Produzione di fette biscottate, biscotti, prodotti di pasticceria conservati;
10.73 – Produzione di paste alimentari, di cuscus e di prodotti farinacei simili;
10.83 – Lavorazione del tè e del caffè;
10.85 – Produzione di pasti e piatti preparati;
10.86 – Produzione di preparati omogeneizzati e di alimenti dietetici;
10.89 – Produzione di altri prodotti alimentari non classificati altrove;
tutta la divisione 11 (Industria delle bevande), ad eccezione delle seguenti classi:
11.01 – Distillazione, rettifica e miscelatura degli alcolici;
11.02 – Produzione di vini da uve;
11.07 – Industria delle bibite analcoliche, delle acque minerali e di altre acque in bottiglia;
tutta la divisione 12 (Industria del tabacco)

N.B. Le imprese attive, anche solo marginalmente, nei settori di attività non finanziabili per la regola comunitaria “de minimis” di cui al presente elenco, non sono ammesse ai finanziamenti per la patrimonializzazione delle PMI esportatrici.

In quali paesi?

In tutti i paesi Extra UE. Ogni singola domanda deve riguardare uno studio da realizzare in un solo Paese. Fermo restando tale limite, l'impresa può presentare più domande   di finanziamento contemporaneamente.

Quali sono le spese finanziabili ed in quale periodo possono essere effettuate?

Le spese ammissibili al finanziamento da inserire nella "scheda preventivo" suddivise in "fasi di attività" possono riguardare:

- le retribuzioni al personale interno (a cedolino) comprensive di viaggi e soggiorni, per prestazioni sia in Italia che all'estero, per il tempo effettivamente dedicato allo studio;- le spese per il personale esterno relative a consulenze specialistiche comprensive dei relativi viaggi e soggiorni: Tali spese devono essere oggetto di apposito contratto.Le spese per il personale interno devono essere almeno pari a quelle per il personale esterno. Le spese da sostenersi in modo documentato nel Paese di destinazione dell'iniziativa devono essere almeno pari al 75% del totale delle spese preventivate.Le spese sono finanziabili dalla data di arrivo della domanda di finanziamento a SIMEST fino a 6 mesi dopo la data della stipula del relativo contratto di finanziamento.Quale è l'importo finanziabile?Il finanziamento che può coprire fino al 100% dell'importo delle spese inserite nella "scheda preventivo" può essere concesso, nei limiti consentiti dall'applicazione della normativa comunitaria "de minimis", per un importo comunque non superiore a: 
euro 100.000,00 per studi collegati ad investimenti commerciali;
euro 200.000,00 per studi collegati ad investimenti produttivi. In ogni caso il finanziamento non può superare il limite del 12,5% della media del fatturato degli ultimi 3 esercizi.Il finanziamento prevede un anticipo compreso tra un minimo del 50% ed un massimo del 70% dell'importo del finanziamento concesso, che può essere erogato entro 3 mesi dalla stipula.Il saldo viene erogato entro 12 mesi dalla stipula del contratto, previa presentazione delle garanzie e dell'idonea documentazione di spesa.Qual'è la durata del finanziamento?La durata complessiva è di 3 anni, di cui 1 anno di preammortamento (per soli interessi) e 2 anni di rimborso del capitale. I periodi di preammortamento e rimborso possono essere ridotti su richiesta dell'impresa.

Qual'è il tasso di interesse?

Fisso per tutta la durata del finanziamento e pari al 15% del tasso di riferimento di cui alla normativa comunitaria. In ogni caso tale tasso non può essere inferiore allo 0,50% annuo.

Sono richieste delle garanzie?

Le erogazioni del finanziamento sono subordinate alla presentazione delle garanzie deliberate dal Comitato Agevolazioni tra le seguenti:

  • fideiussione bancaria, conforme allo schema pubblicato sul sito internet di SIMEST;
  • fideiussione assicurativa, conforme allo schema pubblicato sul sito internet di SIMEST;
  • fideiussione diConfidiappositamente convenzionati con SIMEST;
  • fideiussione diIntermediari Finanziariappositamente convenzionati con SIMEST;
  • pegno su titoli di Stato.

Le garanzie rilasciate da PMI, che superino i criteri valutativi individuati dal Comitato Agevolazioni, devono sempre coprire almeno il 40% del finanziamento, mentre le garanzie rilasciate dalle Grandi Imprese devono sempre coprire il 100% del finanziamento.


Per le imprese che hanno deciso di internazionalizzare i propri prodotto e servizi potete richiedere la nostra consulenza professionale per l'istruzione della pratica contattando:

ing. Andrea Mingolla e dott. Cosimo Quarta

mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">iQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

mobile: 340/9701477

 

 

 

Finanziamenti Puglia - Consulenza GRATUITA - Bandi - Finanza Ordinaria - Finanza Agevolata - Reti d'Impresa - Formazione Aziendale - Mob. +39 3409701477
Webmaster: FlavioDIpi&Sperti
Privacy Policy