Bandi Nazionali Attivi

Bando Isi Inail 2016

Tempistica: 1° fase dal 19 aprile 2017 al 05 giugo 2017

Tempistica: 2° fase comunicazione del click day 12 giugno 2017

BANDO ISI INAIL 2016: incentivi alle imprese finalizzate alla Sicurezza sul Lavoro

FinanziamentiPuglia in collaborazione attiva con lo Studio Amato Consulting offre alle imprese ubicate sul territorio pugliese la consulenza per la presentazione della domanda di agevolazione per l’eventuale ottenimento del contributo del 65% a fondo perduto, in conto capitale, fino ad un massimo di € 130.000 al netto dell’IVA. 

L’impresa il cui progetto comporti un contributo di ammontare pari o superiore a € 30.000 potrà richiedere un’anticipazione fino al 50% dell’importo del contributo stesso. 

Le imprese potranno presentare un solo progetto, per una sola unità produttiva e una sola tipologia tra:

1) progetti di investimento:

  1. ristrutturazione o modifica degli ambienti di lavoro, compresi gli eventuali interventi impiantistici collegati;
  2. acquisto di macchine (con sostituzione di macchine, laddove richiesto);
  3. acquisto di dispositivi per lo svolgimento di attività in ambienti confinati;
  4. acquisto e installazione permanente di sistemi di ancoraggio destinati e progettati per ospitare uno o più lavoratori collegati contemporaneamente e per agganciare i componenti di sistemi anti caduta anche quando questi ultimi sono progettati per l'uso in trattenuta;
  5. installazione, modifica o adeguamento di impianti elettrici; installazione o modifica di impianti di aspirazione o di immissione forzata dell’aria e impianti di trattamento delle acque reflue.

La causa di infortunio o il fattore di rischio relativi alla “Tipologia di intervento” devono essere coerenti con la lavorazione di cui alla voce di tariffa selezionata nella domanda e devono essere riscontrabili nel documento di valutazione dei rischi (DVR).

2) progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale:

  1. Adozione di sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL)
  2. Adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all’art 30 del D.Lgs. 81/08 asseverato in conformità alla prassi di riferimento UNI/PdR 2:2013 per il settore delle costruzioni edili e di ingegneria civile
  3. Adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all’art 30 del d.lgs. 81/08 asseverato in conformità alla prassi di riferimento UNI/PdR 22:2016 per il settore dei servizi ambientali territoriali
  4. Adozione di un modello organizzativo e gestionale conforme all’art. 30 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i anche secondo le procedure semplificate di cui al DM 13/2/2014
  5. Adozione di un sistema di responsabilità sociale certificato SA 8000
  6. Modalità di rendicontazione sociale asseverata da parte terza indipendente

3) Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto, unicamente attraverso rimozione, trasporto e smaltimento in discarica autorizzata:

  1. Rimozione di intonaci in amianto applicati a cazzuola o coibentazioni contenenti amianto applicate a spruzzo da componenti edilizie
  2. Rimozione di MCA da mezzi di trasporto
  3. Rimozione di MCA da impianti e attrezzature (cordami, coibentazioni, isolamenti di condotte di vapore, condotte di fumi ecc.)
  4. Rimozione di piastrelle e pavimentazioni in vinile amianto compresi eventuali stucchi e mastici contenenti amianto
  5. Rimozione di coperture in MCA
  6. Rimozione di cassoni, canne fumarie, comignoli, pareti, condutture o manufatti in genere costituiti da cemento amianto

Per la prima volta, quest’anno, alle micro e piccole imprese, anche individuali, che svolgono attività classificate come RISTORANTI, RISTORAZIONE MOBILE, CATERING, BAR, MINIMERCATI E COMMERCIO AL DETTAGLIO
è riservata la partecipazione ad un ASSE DI FINANZIAMENTO ESCLUSIVO per:

4) Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività, ovvero:

  1. ristrutturazione o modifica degli ambienti di lavoro, compresi gli eventuali interventi impiantistici ad essa collegati;
  2. acquisto di attrezzature di lavoro. 

Invece, alle micro e piccole imprese, comprese quelle individuali, operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli, è riservato lo specifico Avviso Pubblico ISI-Agricoltura 2016.

Per la Regione Puglia l’Ente ha complessivamente stanziato € 10.245.087,00 ai quali si accederà “a sportello”, con la doppia fase informatica di invio:

  1. presentando dal 19 Aprile 2017 e fino alle ore 18.00 del 5 Giugno 2017 la domanda relativa al progetto da finanziare, mediante una procedura on-line ottimizzata attraverso la Sezione Servizi On-Line INAIL e, se ammesse in gara col superamento del punteggio parametrico di 120, scaricando a partire dal 12 Giugno 2017 il proprio codice identificativo aziendale che certifica e autorizza la partecipazione unicamente di un candidato e di un progetto;
  2.  partecipando al “click day” regionale: da Lunedì 12 Giugno 2017 l’INAIL comunicherà tutte le date e gli orari, suddivisi come lo scorso anno su base territoriale, per procedere all’invio definitivo della proposta che verrà inserita in graduatoria in ordine cronologico di arrivo, sulla base dell’orario registrato dai sistemi informatici INAIL, e sottoposta a verifica Tecnico Amministrativa.

Sarà possibile, quindi, solo nella finestra temporale della fase I, su indicata, accedere alla Sezione Servizi On-Line del portale INAIL per:

  • effettuare simulazioni relative ai parametri (*) del progetto da presentare
  • verificare il raggiungimento di una soglia di ammissibilità prevista di 120 punti (**)
  • salvare la domanda inserita
  • effettuare la registrazione della propria domanda attraverso l’apposita funzione

(*) I parametri da considerare per il raggiungimento del punteggio soglia attengono principalmente a: dimensione aziendale, rischiosità dell'attività di impresa, numero di destinatari, finalità, tipologia ed efficacia dell'intervento, adozione di buone prassi, con la ulteriore previsione di un bonus nel caso di collaborazione con le Parti sociali ed informativa per RLS/RLST nella realizzazione dell'intervento.

(**) In questa regione sono attribuiti 5 punti di bonus alle imprese che sono attive nel settori ATECO:            
C25 fabbricazione di prodotti in metallo (esclusi macchinari e attrezzature) e      
F43 lavori di costruzione specializzati.

Vale la pena di ricordare che adottare un Sistema di Gestione della Sicurezza sul Lavoro non è un obbligo di legge ma la scelta volontaria di chi sente la responsabilità della sicurezza propria e degli altri.

Inoltre, adottare un SGSL consente di ridurre i costi della non sicurezza:

  • indiretti perché riduce la probabilità di accadimento degli infortuni e i costi che ne conseguono
  • diretti perché si può chiedere la riduzione del tasso di tariffa, ai sensi dell'art. 24 delle Modalità di applicazione delle Tariffe (MAT): tale riduzione, congiunta con il meccanismo bonus malus, può determinare uno sconto complessivo del 35%-40% dei premi assicurativi INAIL, in funzione di diversi parametri.

In fine, l'adozione di un SGSL conforme all'art. 30 del D.Lgs. 81/2008 ha efficacia esimente della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica (D.Lgs. 231/2001).


Si invita chiunque fosse interessato a scaricare e compilare il modulo allegato sotto alla presente comunicazioneQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..">. 

Inviare il modulo compilato all'indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure contattare l'ing. Andrea Mingolla al numero di telefono 340/9701477

Finanziamenti Puglia - Consulenza GRATUITA - Bandi - Finanza Ordinaria - Finanza Agevolata - Reti d'Impresa - Formazione Aziendale - Mob. +39 3409701477
Webmaster: FlavioDIpi&Sperti
Privacy Policy