Bandi Nazionali Attivi

Resto al SUD: incentivi per l'avvio di nuove imprese costituite in maggioranza da giovani di età compresa tra i 18 e 45 anni

IL GRUPPO DI FINANZIAMENTIPUGLIA OFFRE LA SUA CONSULENZA SULLA MISURA RESTO AL SUD


Resto al SUD........ Eccola qui! Una misura introdotta da Ministro della Coesione e del Mezzogiorno per aiutare seriamente i giovani. 1.2 MILIARDI DI EURO saranno messi a disposizione per far realizzare i sogni ai giovani del sud meritevoli di una chance di vita!

Siamo fiduciosi che debba "aiutare" molti giovani pugliesi che desiderano rimanere nella loro terra d'origine e promuovere una nuova attività degna della loro volontà di intraprendere in un sistema paese particolarmente politicizzato ed in crisi bancaria e non solo!!

Certamente anche i giovani devono dimostrare di essere pronti ad intraprendere e non stare sempre a piangersi addosso, che non c'è lavoro non ci sono le condizioni per fare impresa! Tutto vero, ma facciamo parte di questo mondo e di quest'epoca di cambiamento globale a tutti i livelli economici. Innanzitutto il gruppo professionale di Finanziamenti Puglia è disponibile a valutare gratuitamente le vostre idee e supportare quelle idee che realmente dimostrano di contenere le capacità di conoscenza e finanziarie! Certamente avete capito bene, finanziarie....Ormai da oltre 15 anni che operiamo nel campo della finanza agevolata in PUGLIA ed abbiamo supportato una marea di giovani nel loro percorso di autoimprenditorialità. Abbiamo imparato anche a noi ad evolverci in questo sistema economico globale ed abbiamo messo a punto strumenti di business plan che valutano le idee imprenditoriali da diversi punti di vista: economico, sociale, etico, finanziario, manageriale, sostenibilità ambientale, etc. Non è semplice arrivare sul mercato con una start-up e dire la propria! NIENTE AFFATTO! 

Comunque, noi vogliamo dare il nostro supporto e sostengo a tutte quelle idee promosse da giovani che veramente dimostrano di credere in qualcosa di diverso ed unico!!!! Iniziamo questo percorso? Leggi attentamente e dopo contattaci. Voi mettete l'idea, la motivazione, le conoscenze e noi cerchiamo le condizioni di ammibilità ottimali.


Chi sono i soggetti che possono beneficiare di queste agevolazioni

La misura è rivolta ai soggetti di età compresa tra i 18 ed i 45 anni che rispondono ai seguenti requisiti: 

  1. sono residenti nella regione PUGLIA all data di presentazione della domanda di agevolazione oppure dimostrano che trasferiranno la loro residenza entro 60 giorni dalla comunicazione di ammissione alle agevolazioni in fase istruttoria;
  2. non devono risultare già beneficiari, a partire dagli ultimi tre anni (triennio), di ulteriori misure a livello nazionale a favore dell'autoimprenditorialità.

Le domande possono essere presentate dai soggetti che si risultano essere costituiti al momento della presentazione o si costituiscano, entro 60 giorni dalla data di comunicazione del positivo esito dell'istruttoria nelle seguenti forme giuridiche:

  • impresa individuale;  
  • società, ivi incluse le società cooperative
  • novità di qualche mese fa (ottobre 2018) possono accedere anche i professionisti

I soggetti beneficiari della misura devono mantenere la residenza nella Regione Puglia per tutta la durata del finanziamento e le imprese e le società devono avere, per tutta la durata del finanziamento, sede legale e operativa in un Puglia. 

Importante: le società possono essere costituite anche da soci che non abbiano i requisiti anagrafici a condizione che la presenza di tali soggetti nella compagine societaria non sia superiore ad un terzo (1/3) dei componenti e non abbiano rapporti di parentela fino al quarto grado con alcuno degli altri soci. Questi soci non  possono beneficiare delle presenti agevolazioni.

Chi beneficierà delle agevolazioni non deve essere titolare di un contratto di lavoro  tempo indeterminato presso altra impresa, altrimenti decade dagli eventuali benefici.


 

Quali sono le agevolazioni concesse

Prima di fornire maggiori indicazioni sulle agevolazioni che possono essere concesse al beneficiario vi cominichiamo maggiori dettagli circa la data di quando si possono iniziare gli investimenti.

Gli investimenti possono essere iniziati in una delle due seguenti avvenimenti:

  1. se l'impresa è costituita da meno di 12 mesi ed inattiva allora possono iniziare gli investimenti il giorno dopo l'invio della domanda;
  2. se i soggetti potenziali beneficiari non costituiti come impresa, ma sono persone fisiche, potranno iniziare gli investimenti dopo aver costituito la società. 

La domanda di agevolazione dovrà essere firmata digitalmente prima dell'invio online, quindi, il titolare della futura impresa o rappresentante legale dell'impresa dovrà firmare digitalmente la documentazione da inoltrare ad Invitalia.

Arriviamo al dunque!!! 

Ma a quanto ammontano le agevolazioni? Ciascun richiedente può riceve un finanziamento fino ad un massimo di 50 mila euro. Nel caso in cui la domanda verrà presentata da più soggetti già costituiti o  che intendano costituirsi in forma societaria, ivi incluse le società cooperative, l'importo massimo del finanziamento erogabile sarà pari a 50 mila euro per ciascun socio con determinati requisti fino ad un ammontare massimo complessivo di 200 mila euro. Quindi, 50 mila euro per ogni soggetto o persona fisica che dimostra di avere i requisiti richiesti dall'avviso.

I finanziamenti sono così articolati: 

  • 35% come contributo a fondo perduto;
  • 65% sotto forma di prestito bancario assistito da un contributo in conto interessi. Il prestito dovrà essere concesso da istituti di credito in base alle modalità definite dall'avviso e da un'apposita convenizione. Il prestito è rimborsato entro  8 anni complessivi dalla concessione del finanziamento, di cui i primi 2 anni di pre-ammortamento, e usufruisce del contributo in conto interessi e della garanzia.  Rata semestrale.

Se la banca non delibera la concessione del finanziamento Invitali non potrà adottre il provvedimento di concessione delle agevolazioni! Attenzione quindi alla bancabilità dei soggetti altrimenti avete perso solo tempo. Questa misura, se lo avete capito o se siamo stati bravi a comunicarlo, non è rivolta a soggetti disoccupati che non potrebbero avere accesso al credito bancario perchè privi di garanzie reali! Su questo finanziamento c'è da dire, però, che lo stato emetterà una garanzia dell'80% a favore della banca attraverso lo strumento del Fondo di Garanzia, ma alla fine sarà sempre la Banca a decidere se deliberare il finanziamento poichè ai soggetti chiederà la garanzia per almeno il 20% dell'importo da finanziare.

Il prestito beneficia: 

  • di un contributo in conto interessi per la durata del prestito, corrisposto dal soggetto gestore della misura agli istituti di credito che hanno concesso il finanziamento;
  • di una garanzia per la restituzione dei finanziamenti concessi dagli istituti di credito da parte del soggetto gestore. Le garanzie necessarie ad erogare il finanziamento da parte del soggetto finanziatore vengono decise dallo stesso 

Attività agevolate

Sono finanziate le attività imprenditoriali relative:

  • a produzione di beni nei settori dell'artigianato e dell'industria, della pesca e acquacoltura;
  • relativi alla fornitura di servizi
  • servizi turistici
  • commercio solo se trattasi di commercializzare i brni prodotti dall'impresa
  • attività e gestione di immobili di proprietà o in leasing
  • manutenzione e riparazione di veicoli codice ateco 45.20 e 45.40.3)

Sono escluse dal finanziamento le attività:

  • attività professionali, scientifiche e tecniche (libero professionali)
  • del commercio (ingrosso e dettaglio) ad eccezione della vendita dei beni prodotti nell'attività di impresa
  • agricoltura, silvicoltura e pesca
  • attività immobiliari
  • amministrazione pubblica e difesa, ssicurazione sociale obbligatoria
  • attività di famiglie e convivenze e datori di lavoro per personale domestico. Produzione di beni e servizi indifferenziati per uso proprio da parte di famiglie e convivenze.

I finanziamenti non possono essere utilizzati per spese relative alla progettazione, alle consulenze e all'erogazione degli emolumenti ai dipendenti delle imprese individuali e delle società, nonchè agli organi di gestione e di controllo delle società stesse. Le imprese e le società possono aderire al programma Garanzia Giovani per  il reclutamento del personale dipendente.


 

Quali sono le spese ammesse alle agevolazioni

Saranno oggetto di calcolo delle agevolazioni le seguenti tipologie di spese:

  • opere edili relative a interventi di ristrutturazione e/o manutenzione straordinaria connessa all'attività del soggetto beneficiario nel limite massimo del 30% del programma di spesa;
  • macchinari, impianti ed attrezzature nuovi di fabbrica;
  • programmi informatici e servizi per le tecnologie dell'informazione e della telecomunicazione (TIC) connessi alle esigenze produttive e gestionali dell'impresa;
  • spese relative al capitale circolante inerente allo svolgimento dell'attività d'impresa nella misura massima del 20% del programma di spesa. Al riguardo sono ammissibili le spese per materie prime, materiali di consumo, semilavorati e prodotti finiti, utenze e canoni di locazione per immobili, eventuali canoni di leasing, acquisizione di garanzie assicurative funzionali all'attivita' finanziata.

Per qualsiasi chiarimento non esitare a contattarci. L'ing. Andrea Mingolla è a disposizione al numero 340/9701477 oppure clicca sull'immagine sottostante per inviarci una mail di contatto. 


METTI MI PIACE SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK PER RIMANERE SEMPRE E VELOCEMENTE INFORMATO

mi piace pagina facebook finanziamentipuglia


 

Finanziamenti Puglia - Consulenza GRATUITA - Bandi - Finanza Ordinaria - Finanza Agevolata - Reti d'Impresa - Formazione Aziendale - Mob. +39 3409701477
Webmaster: FlavioDIpi&Sperti
Privacy Policy Cookie Policy