Bandi Nazionali Attivi

Smart & Start 2015

Apertura prevista: 16 febbraio 2015

Bando attivo: sì, alla data del 15/10/2017

Data chiusura: a sportello

Il Ministero dello Sviluppo Economico con il decreto pubblicato in gazzetta ufficiale in data 13/11/2014 ha istituito un apposito regime di aiuto finalizzato a sostenere la nascita e lo sviluppo, su tutto il territorio nazionale, di Start-up Innovative. Il predetto regime di aiuto si applica fino al 31 dicembre 2020 tranne per esaurimento di risorse anticipate. Le domande di agevolazione potranno essere presentate a decorrere dalla data del 15 gennaio 2015 (data prevista della pubblicazione di una circolare esplicativa).

A CHI SI RIVOLGE

Possono richiedere le agevolazioni le persone fisicheche intendono costituire una start-up innovativa, anche se residenti all’estero compresi i cittadini stranieri in possesso del visto start-up, purchè l’impresa sia formalmente costituita entro e non oltre 60 giorni dalla data di comunicazione di ammissione alle agevolazioni.Possono beneficiare delle agevolazioni le start-up innovative costituite da non più di 60 mesi così come previsto dal D.Lgs. 179/2012:
  • di piccola dimensione (fatturato minore di 10 milioni e dipendenti inferiori a 50);
  • essere costituite ed iscritte nell’apposita sezione speciale del Registro delle Imprese alla data di presentazione della domanda oppure costituirsi e registrarsi entro 30 giorni dalla data di comunicazione dell’ammissione alle agevolazioni;
  • con sede legale ed operativa ubicata su tutto il territorio nazionale;
  • nel caso di imprese non residenti sul territorio italiano devono iscriversi nell’apposita sezione speciale della camera del Registro delle Imprese ed avere la disponibilità di almeno una sede sul territorio italiano, da dimostrare entro la data della prima richiesta di erogazione dell’agevolazione. 

ATTIVITA’ AMMESSE

Produzione di beni ed erogazione di servizi, che:
  • si caratterizzano per il forte contenuto tecnologico e innovativo, e/o
  • si qualificano come prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale e/o
  • si basano sulla valorizzazione dei risultati della ricerca pubblica e privata (spin-off da ricerca).
N.B. Sono escluse le attività di produzione primaria dei prodotti agricoli.
 
COSA FINANZIA
Progetti che prevedono programmi di investimento e/o sostenimento di spese di gestione, di importo compreso tra 100 mila e 1,5 milioni di euro, per acquistare beni di investimento e/o per acquisire servizi necessari alla gestione.Voci di spesa per programmi di investimento:
  • impianti, macchinari e attrezzature tecnologiche, ovvero tecnico scientifici, nuovi di fabbrica, funzionali alla realizzazione del progetto;
  • componenti HW e SW;
  • brevetti, licenze e marchi;
  • certificazioni, know-how e consulenze tecniche, anche non brevettate, purchè direttamente correlate alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa;
  • progettazione, sviluppo, personalizzazione, collaudo di soluzioni architetturali informatiche e di impianti tecnologici produttivi, consulenze specialistiche tecnologiche funzionali al progetto di investimento, nonché relativi interventi correttivi ed adeguativi;
  • investimenti in marketing e web marketing.

Non sono ammissibili spese riferite a investimenti di mera sostituzione e spese effettuate mediante il c.d. contratto chiavi in mano”. 

Voci di costi di esercizio ammissibili sostenuti dall’impresa nei 24 mesi successivi alla data di stipula del contratto di finanziamento:

  • costi salariali relativi al personale dipendente e collaboratori;
  • licenze e diritti per titoli di proprietà industriale e licenze relative all’utilizzo di software;
  • servizi di incubazione e di accelerazione d’impresa, con particolare riferimento a quelli forniti dagli incubatori certificati;
  • canoni di leasing ovvero spese di affitto relativi agli impianti, macchinari e attrezzature compreso una quota di interessi sostenuti nel pagamento dei canoni di leasing;
  • quote di ammortamento di impianti, macchinari e attrezzature tecnologici, ovvero tecnico-   scientifici, con particolare riferimento a quelli connessi all’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, necessari all’attività d’impresa;
  • interessi su finanziamenti esterni concessi all’impresa.

Le spese devono essere sostenute dopo la presentazione della domanda ed entro i 2 anni successivi alla stipula del contratto di finanziamento.

AGEVOLAZIONI FINANZIARIE

Le agevolazioni finanziarie consistono in un finanziamento agevolato senza interessi, il cui valore può arrivare fino al 70% delle spese ammissibili a copertura delle spese di investimento e/o costi di gestione ammissibili (max € 1.050.000).  Il valore del mutuo può arrivare all’80% delle spese ammissibili, se la start-up ha una compagine interamente costituita da giovani di età non superiore a 35 anni e/o da donne o preveda la presenza di almeno un esperto in possesso di titolo di dottore di ricerca o equivalente da non più di 6 anni e impegnato stabilmente all’estero in attività di ricerca o didattica da almeno un triennio (max € 1.200.000).Le start-up localizzate in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia e nel territorio del Cratere Sismico Aquilano restituiscono solo l’80% del mutuo agevolato ricevuto.I finanziamenti agevolati hanno una durata massima di 8 anni, sono regolati a tasso zero e sono rimborsati, dopo 12 mesi a decorrere dall’erogazione dell’ultima quota di agevolazione secondo un piano di ammortamento a rate semestrali costanti posticipate il 31 maggio e 30 novembre di ogni anno. Inoltre non saranno assistiti da alcuna forma di garanzia.

AGEVOLAZIONI REALI
Le start-up costituite da meno di 12 mesi beneficiano di servizi di tutoring tecnico-gestionale, ossiaservizi specialistici erogati anche con modalità innovative, che possono includere scambi con realtà internazionali. Il valore dei servizi di tutoring è pari a € 15.000 per le regioni del Mezzogiorno e a € 7.500 per il centro Nord.

SEI ALLA RICERCA DI AGEVOLAZIONI/CONTRIBUTI PER LA TUA ATTIVITA' E NON SAI COSA FARE PER OTTENERLI?

SIAMO NOI LA SITUAZIONE! RIVOLGITI ALLO STUDIO DI CONSULENZA FINANZIAMENTIPUGLIA:

clicca qui sotto

http://www.finanziamenti.puglia.it/finanziamenti/contattaci

Finanziamenti Puglia - Consulenza GRATUITA - Bandi - Finanza Ordinaria - Finanza Agevolata - Reti d'Impresa - Formazione Aziendale - Mob. +39 3409701477
Webmaster: FlavioDIpi&Sperti
Privacy Policy