GAL TERRA D’ARNEO: Azione 3 - Intervento 3.2 “Prodotti e servizi del Parco della Qualità Rurale”.

SCADENZA 10/01/2022


LOCALIZZAZIONE DELL’INTERVENTO

Comuni di Alezio, Campi Salentina, Carmiano, Copertino, Galatone, Gallipoli, Guagnano, Leverano, Nardò, Porto Cesareo, Salice Salentino, Veglie.

A CHI SI RIVOLGE?

Le imprese già esistenti o di nuova costituzione (startup), che risultino iscritte alla Camera di Commercio, Industria, Artigianato ed Agricoltura (anche se trattasi di impresa non attiva) con uno di questi codici ATECO:

  • Industrie alimentari: 10.32.00; 10.52.00; 10.71.10; 10.71.20; 10.72.00; 10.73.00; 10.85.05
  • Industria delle bevande: 11.01.00
  • Industrie tessili: 13.10.00; 13.20.00; 13.91.00; 13.92.10; 13.92.20; 13.99.10; 13.99.20; 13.94.00
  • Fabbricazione di articoli in pelle e simili: 15.11.00; 15.12.09; 15.20.10;
  • Industria del legno e dei prodotti in legno e sughero (esclusi i mobili); fabbricazione di articoli in paglia e materiali da intreccio: 16.29.19; 16.29.30
  • Fabbricazione di carta e di prodotti di carta: 17.29.00
  • Fabbricazione di prodotti chimici: 20.42; 20.53
  • Fabbricazione di altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi: 23.19.20; 23.41.00; 23.70.20;
  • Fabbricazione di prodotti in metallo (esclusi macchinari e attrezzature): 25.99.30
  • Altre industrie manifatturiere: 32.12.10; 32.13.09; 32.20.00
  • Attività dei servizi di ristorazione: 56.10.11; 56.10.20; 56.10.30; 56.10.41; 56.10.42
  • Riparazione di computer e di beni per uso personale e per la casa: 95.23.00; 95.24.01; 95.24.02; 95.25.00; 95.29.01; 95.29.02; 95.29.03
  • COMMERCIO al dettaglio (escluso quello di autoveicoli e di motocicli): 47.24.10; 47.24.20; 47.25.00; 47.51.10; 47.51.20; 47.78.31; 47.78.32; 47.78.33; 47.78.36; 47.78.99; 47.81.09; 47.82.01; 47.82.02; 47.89.03; 47.89.04; 47.89.05; 47.91.10
  • Assistenza sociale non residenziale: 88.10.00; 88.91.00
  • Attività creative, artistiche e di intrattenimento: 93.29.90
  • Aggregazioni di imprese la forma giuridica deve appartenere ad una delle seguenti categorie:
  • aggregazioni dotate di soggettività giuridica costituite prima del rilascio della domanda di sostegno, pena esclusione;
  • aggregazioni prive di soggettività giuridica (reti-contratto, ATI, ATS); costituite prima del rilascio della domanda di sostegno, oppure da costituirsi successivamente e comunque prima della definizione della concessione del sostegno, senza che il raggruppamento proposto nel progetto subisca variazioni.

I soggetti aderenti alle aggregazioni di impresa devono essere microimprese.

QUALI SONO LE TIPOLOGIE DI ATTIVITA' AMMESSE?

  • attività di trasformazione dei prodotti agricoli per l’ottenimento di prodotti diversi da quelli elencati nell’allegato 1 del Trattato CE. Esempio attività ammesse: gelaterie e pasticcerie, liquorerie, panetterie e pastifici, ecc…
  • attività artigianali innovative, della tradizione e vecchi mestieri: laboratori per la lavorazione artistica di pietre e materiali locali, del legno, del vetro e del ferro; laboratori per la lavorazione della cartapesta, giunco, di tessiture; laboratori per la riparazione di piccoli mezzi di locomozione, di ciabattino e calzolaio, per la costruzione e riparazione di strumenti musicali, piccoli laboratori di sartoria e riparazione di indumenti e accessori uomo/donna; attività artigianali finalizzate ad innovare usi, materiali e prodotti con il contributo significativo di attività di design, creatività e nuovi strumenti informatici; attività per il riciclo e il riuso di oggetti, materiali e prodotti non agricoli, ecc…
  • ristorazione tipica e d’asporto con la salvaguardia della tipicità: friggitorie, rosticcerie, attività di street food, ecc. Tali attività dovranno garantire l’utilizzo di prodotti agricoli e agroalimentari tipici del territorio. Inoltre, con riferimento alla ristorazione tipica con posti a sedere, con un numero di posti a sedere non superiore a 70;
  • attività commerciali, singole e associate, per la vendita di prodotti agroalimentari, artigianali e della tradizione, anche con l’utilizzo di forme e modalità innovative;
  • servizi socioassistenziali, socioeducativi e ricreativi collegati alla valorizzazione della dimensione rurale e ambientale: centri di aggregazione, ludoteche, centri gioco, anche rivolte alle persone con disabilità, agli anziani, ai giovani con problematiche di inserimento sociale.

COSA AGEVOLA?

  • Ristrutturazione, ammodernamento e adeguamento funzionale di immobili esistenti destinati all’attività, ed interventi di sistemazione degli spazi circostanti;
  • Acquisto di strutture e vetrine, fisse e amovibili, rimorchi o carrelli autonegozio trainabili, carretti a pedali o elettrici, piccoli mezzi di locomozione motorizzati o elettrici, limitati a mezzi con cilindrata non superiore a 1500 cc, per i veicoli con motore a combustione, e con potenza non superiore a 25 kW, per i veicoli elettrici, esclusivamente utilizzati per la promozione, commercializzazione dei prodotti artigianali e per la degustazione delle produzioni agroalimentari;
  • Acquisto di macchinari, attrezzature, arredi ed impianti strettamente funzionali all’attività;
  • Investimenti finalizzati a migliorare il processo produttivo (servizi comuni, logistica, ICT e software gestionali, ecc...) e a creare processi di collaborazioni tra imprese;
  • Onorari di consulenti, progettisti per la progettazione degli investimenti di cui sopra nonché spese generali sino a un massimo del 12% dell’investimento ammesso a finanziamento.

QUALI SPESE NON SONO AMMISSIBILI?

  • Gli investimenti di mera sostituzione ossia il semplice cambiamento di un bene strumentale (attrezzatura, impianto) obsoleto con uno nuovo di analoga tecnologia costruttiva e funzionale;
  • L’acquisto di beni e di materiale usato;
  • Gli interessi debitori e gli altri oneri meramente finanziari;
  • Le spese legali;
  • I beni non durevoli, quali ad esempio i materiali di consumo a ciclo breve con durata inferiore a 5 anni a partire dal pagamento finale al beneficiario, corrispondente alla data di liquidazione del saldo;
  • Imposta sul valore aggiunto (IVA), salvo nei casi in cui non sia recuperabile a norma della normativa nazionale sull'IVA.

QUALI AGEVOLAZIONI PREVISTE?

L’aiuto sarà concesso nella forma di contributo in conto capitale pari al 50% della spesa ammessa ai benefici.

Importo massimo contributo pubblico:

  • Per investimenti in forma singola: € 30.000
  • Per investimenti in forma associata: € 50.000

TIPOLOGIA E MODALITÀ DI EROGAZIONE DEL SOSTEGNO

Le domande di pagamento saranno compilate e rilasciate nel portale SIAN.

L’erogazione del sostegno avviene tramite OP AGEA nelle seguenti modalità:

  • Domanda di pagamento dell’anticipo:
    • erogazione del 50% del contributo concesso, in questo caso è richiesta una garanzia fideiussoria pari al 100% dell’importo dell’anticipo.
  • Domanda di pagamento dell’acconto su Stato di Avanzamento Lavori (SAL):
    • Se si avesse usufruito anche del pagamento dell’anticipo la domanda di acconto su SAL non potrà essere inferiore al 20% del contributo concesso.
    • Se non si avesse usufruito del pagamento dell’anticipo la domanda di acconto su SAL non potrà essere inferiore al 30% del contributo concesso.
    • In ogni caso il pagamento di acconto su SAL non potrà eccedere il 90% dell’aiuto concesso.
  • Domanda di pagamento del saldo finale:
    • Da effettuare a fine dei lavori.

 PER LA CONSULENZA, CONTATTACI VIA MAIL: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Finanziamenti Puglia - Consulenza GRATUITA - Bandi - Finanza Ordinaria - Finanza Agevolata - Reti d'Impresa - Formazione Aziendale - Mob. +39 3409701477
Webmaster: FlavioDIpi&Sperti
Privacy Policy Cookie Policy