StartUp - N.I.D.I.

start up NIDI regione pugliaData apertura: 24 settembre 2015

Data chiusura: a sportello

Data aggioranmetno informazioni: 17 aprile 2017

Obiettivo

La Regione Puglia ha previsto la realizzazione di interventi di Sostegno all'avvio di microimprese di nuova costituzione realizzate da soggetti svantaggiati. Sono stati stanziati 54.000.000 di euro.

Soggetti beneficiari

La misura è rivolta a soggetti appartenenti a categorie svantaggiate, che intendano avviare un’iniziativa imprenditoriale. Almeno il 50% delle nuove iniziative dovranno essere promosse da soggetti svantaggiati come di seguito definiti: 

  • giovani con età tra 18 anni e 35 anni;
  • donne di età superiore a 18 anni;
  • soggetti che non abbiano avuto rapporti di lavoro subordinato negli ultimi 3 mesi;
  • i dipendenti di imprese poste in liquidazione o soggette a procedura concorsuale;
  • i dipendenti di imprese posti in mobilità;
  • i dipendenti di imprese posti in Cassa Integrazione Guadagni o beneficiari di ammortizzatori sociali in deroga gestiti dalla Regione Puglia;
  • i titolari di partita IVA in regime di mono-committenza non iscritti al registro delle imprese che, nei 12 mesi antecedenti la presentazione della domanda telematica preliminare, abbiano emesso fatture per un imponibile inferiore a 30.000 Euro verso non più di due differenti committenti;
  • attraverso il passaggio generazionale, dipendenti di imprese poste in liquidazione o soggette a procedura concorsuale che intendano costituirsi in società o cooperativa per rilevare l’azienda in crisi da cui dipendono;
  • attraverso il passaggio generazionale, che ti consente di richiedere le agevolazioni se sei parente o affine (entro il 2° grado in linea discendente) di un imprenditore ed hai intenzione di rilevare l’intera azienda esistente.

Forme giuridiche ammesse

  • ditta individuale;
  • società in nome collettivo;
  • società in accomandita semplice;
  • società cooperative;
  • società a responsabilità limitata (ordinaria, semplificata, unipersonale);
  • associazione tra professionisti.

Tipologie di imprese ammesse

Si può avviare una nuova impresa nei seguenti settori:

  • attività manifatturiere
  • costruzioni ed edilizia
  • riparazione di autoveicoli e motocicli
  • affittacamere e bed & breakfast
  • ristorazione con cucina, sia in sede fissa che mobile, con o senza somministrazione, quali ristoranti, trattorie, tavole calde, pizzerie (sono escluse le attività di ristorazione senza cucina quali bar, birrerie,paninoteche, pasticcerie, gelaterie, caffetterie, ecc.);
  • servizi di informazione e comunicazione
  • attività professionali, scientifiche e tecniche

  •  

    agenzie di viaggio
  • servizi di supporto alle imprese

  •  

    istruzione
  • sanità e assistenza sociale non residenziale

  •  

    attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento (sono escluse le attività delle lotterie, scommesse e case da gioco)
  • attività di servizi per la persona
  • traslochi, magazzinaggio, attività di supporto ai trasporti, servizi postali e attività di corriere;
  • commercio elettronico
  • attività degli studi professionali e di consulenza possono accedere alle agevolazioni esclusivamente in forma di associazione o società tra professionisti, ove sia dimostrata l’iscrizione dei soci o associati ai relativi Ordini professionali ove richiesto. Le associazioni professionali dovranno disporre di una propria Partita IVA entro la data di concessione delle agevolazioni.

Spese ammissibili

Con NIDI puoi realizzare investimenti al netto d’iva per:

  • opere edili e assimilate (con alcune limitazioni);
  • macchinari di produzione, impianti, attrezzature varie e automezzi di tipo commerciale;
  • programmi informatici;

Con NIDI puoi sostenere spese di esercizio al netto d’iva per:

  • materie prime, semilavorati, materiali di consumo;
  • locazione di immobili;
  • utenze: energia, acqua, riscaldamento, telefoniche e connettività;
  • premi per polizze assicurative.
  • canoni ed abbonamenti per l’accesso a banche dati e servizi informatici (canoni per servizi software, servizi “cloud”, servizi informativi, housing, registrazione di domini internet, servizi di posizionamento sui motori di ricerca, acquisto di spazi per campagne di web marketing, keyword advertising, social, brand awareness e reputation, servizi idi personalizzazione di siti internet acquisiti da impresa operante nel settore della produzione software, consulenza informatica e attività connesse.

Forma e intensità dell’aiuto

Se prevedi di avviare l'impresa con investimenti fino a € 50.000,00, l'agevolazione è pari al 100%, metà a fondo perduto e metà come prestito rimborsabile. 

Se prevedi di avviare l'impresa con investimenti compresi tra € 50.000,00 ed € 100.000,00, l'agevolazione è pari al 90%, metà a fondo perduto e metà come prestito rimborsabile.

Se prevedi di avviare l'impresa con investimenti compresi tra € 100.000,00 ed € 150.000,00, l'agevolazione è pari all'80%, metà a fondo perduto e metà come prestito rimborsabile.
È inoltre previsto un contributo sulle spese di gestione dei primi sei mesi pari ad € 10.000,00.


SEI ALLA RICERCA DI AGEVOLAZIONI/CONTRIBUTI PER LA TUA ATTIVITA' E NON SAI COSA FARE PER OTTERNERLI?

SIAMO NOI LA SOLUZIONE! RIVOLGITI ALLO STUDIO DI CONSULENZA FINANZIAMENTIPUGLIA:

clicca qui sotto

http://www.finanziamenti.puglia.it/finanziamenti/contattaci

 

 

 

 

 

Finanziamenti Puglia - Consulenza GRATUITA - Bandi - Finanza Ordinaria - Finanza Agevolata - Reti d'Impresa - Formazione Aziendale - Mob. +39 3409701477
Webmaster: FlavioDIpi&Sperti
Privacy Policy