CCIAA Puglia

ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DI DISTRETTI PRODUTTIVI RICONOSCIUTI DALLA REGIONE PUGLIA

Requisiti dei BENEFICIARI

Possono partecipare al presente bando esclusivamente i Distretti produttivi riconosciuti dalla Regione Puglia in via definitiva ai sensi della legge regionale n.23 del 3 agosto 2007, che alla data di scadenza del presente Avviso:

  • abbiano sede legale in provincia di Taranto;
  • abbiano avviato le attività operative;
  • realizzino nella provincia di Taranto, iniziative rivolte a favorire la crescita delle micro, piccole e medie imprese (MPMI), l’incremento della competitività, dell’innovazione e della internazionalizzazione nei settori dell’ambiente, della logistica e dei connessi servizi;
  • siano dotati di autonomia contabile e tributaria.

Sono ammesse ad un contributo a fondo perduto non superiore al 50% le spese, direttamente sostenute e relative a progetti che includano una fase di analisi, ricerca ed elaborazione ed una fase operativa. A solo titolo di esempio, nel caso di interventi finalizzati alla internazionalizzazione, la prima fase può comprendere: individuazione dei mercati target raggiungibili, definizione di strategie, elaborazione di un programma operativo d'internazionalizzazione, ricerca buyers, etc., la seconda: organizzazione e partecipazione a manifestazioni internazionali, quali fiere, mostre, workshop, etc. Le spese ammissibili sono riferibili esclusivamente alle seguenti voci:

  • Spese per servizi, consulenti e collaboratori;
  • Spese di personale nei limiti del 20% del totale;
  • Spese per beni strumentali, entro i limiti delle quote di ammortamento;
  • Spese per acquisto attrezzature (hardware, software e pc);
  • Materiali di consumo;
  • Spese generali nei limiti del 15% del totale;
  • Spese di missione e viaggio;
  • Spese accessorie e complementari alle precedenti. 

Per le spese relative ai progetti interprovinciali, ai fini della determinazione dell'ammontare del contributo si terrà conto della sola quota parte relativa alle imprese aventi sede legale e/o operativa in provincia di Taranto ed in regola con il versamento del diritto annuale, calcolata in maniera diretta ed indiretta sulla base del rapporto tra queste ultime ed il numero complessivo delle imprese partecipanti al Distretto richiedente il contributo.

Potranno essere ammesse a contributo solo le spese effettuate a partire dal 1° gennaio 2013 e sino al 30 giugno 2014.

MISURA DEL CONTRIBUTO

La Camera di commercio di Taranto destina per l’anno 2013 a tale finalità la somma di
€.60.000,00 da suddividersi tra tutti i Distretti produttivi utilmente collocati in graduatoria.
A ciascuno dei Distretti sarà concessa a titolo di contributo una somma pari al
50% (IVA esclusa se il soggetto beneficia della sua detrazione) delle spese relative all'attuazione di una o più iniziative con un massimo di €.3.000,00 per impresa partecipante al Distretto avente sede legale e/o operativa in provincia di Taranto.
Ciascuna spesa presa in considerazione, per ottenere il contributo camerale, non potrà essere di valore inferiore a €.500,00 al netto di IVA.

DOMANDA PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTO
A pena di esclusione, la domanda per ottenere il contributo camerale deve essere formulata su modulo conforme a quello allegato ed essere spedita esclusivamente a mezzo PEC alla Camera di commercio di Taranto dal 20/12/2013 al 23/01/2014. 

Finanziamenti Puglia - Consulenza GRATUITA - Bandi - Finanza Ordinaria - Finanza Agevolata - Reti d'Impresa - Formazione Aziendale - Mob. +39 3409701477
Webmaster: FlavioDIpi&Sperti
Privacy Policy