CCIAA Puglia

I Choose Technology

 
I_choose.jpgUn’azione di sistema per innalzare i contenuti innovativi delle tecnologie ICT (Information and Communication Technology) nel sistema delle imprese delle province di Bari e di Barletta-Andria-Trani.
Si muove in due direzioni convergenti il progetto I Choose Technology della Camera di Commercio di Bari, presentato stamani a imprenditori e stakeholder istituzionali. «Da un lato promuove l’utilizzo di avanzate applicazioni delle tecnologie ICT da parte delle imprese manifatturiere e, dall’altro, sostiene lo sviluppo delle aziende che offrono prodotti e servizi innovativi», ha detto in apertura il presidente dell’ente Alessandro Ambrosi.  A condividere gli obiettivi i partner istituzionali: Regione Puglia, rappresentata dall’assessore allo Sviluppo Economico, Loredana Capone, la Bat, dal presidente Francesco Ventola e la Provincia di Bari, dal vice presidente Nuccio Altieri.Un progetto ad impatto sistemico, I Choose Technology, «una positiva “contaminazione” – secondo l’assessore allo Sviluppo Economico, Loredana Capone – che si rivela coerente con gli obiettivi della nuova programmazione comunitaria, che sono sia tematici che sociali, con l’innovazione e l’agenda digitale al primo posto di quelli tematici, a sottolineare l’importanza della costruzione degli eco sistemi per l’innovazione, una delle strategie più importanti delle azioni per lo sviluppo che sta ponendo in atto la Regione Puglia».La forte correlazione fra utilizzo delle tecnologie ICT e competitività è dimostrata da molte analisi statistiche a scala internazionale. «Il basso livello di utilizzo delle tecnologie da parte delle aziende pugliesi - ha evidenziato nel suo intervento il vice presidente dell’ente camerale Giuseppe Riccardi – ha rivelato la necessità di elaborare un progetto mirato. La stessa capacità delle imprese di sviluppare innovazioni è condizionata dal loro utilizzo di Tecnologie ICT».In Italia la quota degli investimenti totali effettuati dalle imprese dedicata alle tecnologie ICT è sensibilmente inferiore a quella dei principali Paesi industrializzati: 10,9% (con 5,1% per software, 3,2% in tecnologie della Comunicazione) 2,8% per tecnologie della Informazione) contro 12,3% della Germania, 19,7% di Francia, 23,8% di Regno Unito, 32,2% di USA. Inoltre solo il 7,8% delle imprese italiane offrono prodotti e servizi on-line, da cui traggono il 6% del fatturato, contro il 14% di Francia, 17% di Germania, 19% di Regno Unito.La Camera di Commercio di Bari per I Choose Tecnology si avvale della collaborazione tecnica di COTEC-Fondazione per l’Innovazione Tecnologica. Stamani è stato il direttore della Fondazione Claudio Roveda ad illustrate lo sviluppo del progetto: sarà effettuata una mappatura delle soluzioni ICT offerte dal mondo accademico (centri di ricerca, spin off universitari, Politecnico e Università di di Bari, ecc.) e poi una disseminazione delle soluzioni ICT alle PMI attraverso audit tecnologici in azienda, impianti pilota, formazione e B2B di “brokeraggio tecnologico” (in cui offerta e domanda di tecnologia si confronteranno in incontri one to one).Centoventi le aziende manifatturiere (dei settori agro-alimentare, tessile-abbigliamento-calzature, meccanico) e di Itc  (software, consulenza, infrastruttura, sviluppo applicazioni) che si sono già iscritte al progetto. L’iniziativa si svilupperà nell’arco di 2 mesi e mezzo e verrà realizzata con i Fondi Perequativi (Accordo di programma MISE-Unioncamere 2011). Investimento totale 105.437 euro; cofinanziamento della Cciaa Bari di 42.174 euro.
Finanziamenti Puglia - Consulenza GRATUITA - Bandi - Finanza Ordinaria - Finanza Agevolata - Reti d'Impresa - Formazione Aziendale - Mob. +39 3409701477
Webmaster: FlavioDIpi&Sperti
Privacy Policy