Dal 20 luglio 2015 è possibile chiedere un finanziamento a tasso zero al ministero dello sviluppo economico finalizzato a promuovere la nascita e lo sviluppo di società cooperative  di piccola e media dimensione.

L'intervento agevolativo prevede, quindi, che il finanziamento agevolato a favore delle società cooperative si affianchi alla partecipazione di alcune società finanziarie ai sensi della legge Marcora, al fine di assicurare al "piano d'impresa" delle società cooperative un'adeguata ed equilibrata copertura finanziaria, sia in termini di mezzi propri sia di indebitamento a medio lungo termine.

Per maggiori dettagli: http://www.finanziamenti.puglia.it/bandi-nazionali-attivi/incentivi-cooperative

Dal 16 febbraio 2015 è possibile implementare la domanda di agevolazione a valere sullo strumento Smart & Start. 

Invitalia è il soggetto gestore dello strumento sul quale sono stati stanziati 250 milioni di euro prettamente rivolti alle imprese innovative come definito e regolamentato dal D.Lgs. 179/2012.

Smart&Start Italia sostiene la nascita e la crescita delle start-up innovative ad alto contenuto tecnologico per stimolare una  nuova cultura imprenditoriale legata all’ economia digitale, per valorizzare i risultati della ricerca scientifica e tecnologica e per incoraggiare il rientro dei «cervelli» dall’estero.

Per maggiori info: http://www.finanziamenti.puglia.it/bandi-nazionali-attivi/smart-start-2015


 

E’ stato firmato dal Ministro in data 24 aprile ed è in corso di registrazione alla Corte dei conti un decreto che mette a disposizione 120 milioni di euro a valere sul POI “Energie rinnovabili ed efficienza energetica” FESR 2007/2013, destinati alle imprese di qualsiasi dimensione con unità produttive localizzate nei territori delle regioni Calabria, Campania, Puglia e Sicilia che vogliono realizzare investimenti nel settore dell’efficienza energetica.

Il nuovo bando sostiene la crescita e il rilancio competitivo delle imprese attraverso l’attuazione di investimenti funzionali ad un uso più razionale e sostenibile dell’energia all'interno dei processi produttivi.

http://www.finanziamenti.puglia.it/bandi-nazionali-attivi/efficienza-energetica-2015

Gli investimenti potranno riguardare la realizzazione di nuove unità produttive, l'ampliamento di unità già esistenti, la diversificazione produttiva, l'innovazione dei processi e dei prodotti.

I contributi saranno riconosciuti a fondo perduto, determinato sul montante degli interessi interessi concesso da un istituto bancario o confidi e anche, in aggiunta alla quota di interessi, sarà riconosciuto un fondo perduto pari al 20% per le spese di investimento relativamente a macchine ed attrezzature. Gli investimenti minimi sono di 30.000 euro e massimi sono per le piccole imprese 2.000.000 euro e per le medie imprese 4.000.000 euro.

Per maggiori info: http://www.finanziamenti.puglia.it/bandi-regione-puglia/titolo-ii


 

La misura è finalizzata al raggiungimento dell’obiettivo strategico del miglioramento della competitività delle imprese agricole pugliesi, promuovendo il ricambio generazionale, attraverso l’insediamento di giovani in agricoltura e l’adattamento strutturale della loro azienda. La misura intende contribuire a: 1) mantenere e consolidare il tessuto socio-economico nelle zone rurali per garantire il mantenimento di aziende vitali e produttive; 2) garantire un ricambio generazionale funzionale al rinnovato quadro di riferimento economico e sociale dell’agricoltura e al ruolo che questa deve assumere nella società; 3) incoraggiare il miglioramento delle capacità professionali dei giovani agricoltori, anche al fine di orientarli verso lo sviluppo di nuovi sbocchi per le produzioni agricole. 

http://www.finanziamenti.puglia.it/bandi-regione-puglia/insediamento-giovani-agricoltori

L'Inail mette a disposizione 267.427.404 euro per finanziamenti a fondo perduto per la realizzazione di progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. I destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura. 

I soggetti interessati potranno insierire le domande di partecipazione dal 3 marzo 2015 e fino alle ore 18.00 del 7 maggio 2015.

L’obiettivo generale della Misura è l’accrescimento del valore aggiunto dei prodotti agricoli e forestali. L’aiuto viene concesso per incentivare la realizzazione di investimenti in tecnologie innovative che garantiscano la produttività e la sostenibilità degli impianti di lavorazione/trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli e forestali primari.

http://www.finanziamenti.puglia.it/bandi-regione-puglia/ammodernamento-tecnico-e-tecnologico-delle-singole-imprese-di-trasformazione

La Regione Puglia attraverso questo strumento intende realizzare un intervento volto ad introdurre fattori di innovazioni capaci di contrastare il fenomeno della chiusura delle sale cinematografiche nei centri storici in Puglia.­ Il bando è attivo e bisogna presentare domanda di aiuto entro il 9 gennaio 2015.

http://www.finanziamenti.puglia.it/bandi-regione-puglia/digitalizzazione-sale-cinematografiche

Gentile lettore, 

con la seguente informativa questo studio di consulenza, desidera comunicare che a partire dal 9 marzo 2015 è prevista la pubblicazione, sul bollettino ufficiale della regione puglia, dell'avviso TITOLO II TURISMO rivolto alle Piccole e Medie imprese che promuovono investimenti in ampliamento, ristrutturazione, ammodernamento delle strutture turistico-alberghiere e servizi annessi, la realizzazione e ammodernamento di stabilimenti balneari, la gestione e realizzazione di approdi turistici, la realizzazione di strutture turistico-alberghiere, etc...

Rimanete informati iscrivendovi alla nostra newsletter.


 

Il MICROCREDITO è uno strumento per lo sviluppo economico concesso a soggetti (persone fisiche ed imprese) che, per condizioni di povertà ed emarginazione, non sono considerati bancabili e hanno difficoltà ad accedere ai tradizionali canali di finanziamento.

Il Ministero dell’Economia e Finanze sentita la Banca D’Italia ha emanato disposizioni attuative per la gestione e operatività del Microcredito. Il decreto legislativo n. 141 del 13 agosto 2010 introduceva per la prima volta in Italia ufficialmente il termine “microcredito”. Quattro anni dopo, sul numero 279 della Gazzetta Ufficiale, è stato pubblicato il tanto sospirato regolamento.

Le tipologie di misure adottate dal Microcredito sono due: titolo I e titolo II e si rivolgono a diversi soggetti beneficiari e diversi sono i soggetti che possono concedere finanziamenti.

Per ulteriori informazioni: http://www.finanziamenti.puglia.it/bandi-nazionali-attivi/microcredito-nazionale

Finanziamenti Puglia - Consulenza GRATUITA - Bandi - Finanza Ordinaria - Finanza Agevolata - Reti d'Impresa - Formazione Aziendale - Mob. +39 3409701477
Webmaster: FlavioDIpi&Sperti
Privacy Policy