TEMA DI ATTUALITA' PER IMPRENDITORE

Bonus auto: guida agli incentivi

In arrivo, con la legge di Bilancio 2021, nuovi incentivi per l’acquisto di auto nuove a basso impatto ambientale. Nel caso di auto elettriche ed ibride plug-in con emissioni di CO2 da 0 a 20 grammi ogni chilometro, lo sconto viene concesso con e senza rottamazione, mentre per i veicoli Euro 6 con emissioni di CO2 da 61 a 135 grammi ogni chilometro è necessario che si rottami una vecchia auto con almeno 10 anni di vita. Diversi gli importi e la durata: il contributo vale per tutto il 2021 per i veicoli elettrici ed ibridi e fino a giugno 2021 le Euro 6. Previsti incentivi anche per la sostituzione dei veicoli commerciali.

I contributi, in particolare, sono riconosciuti alle persone fisiche e a quelle giuridiche che, nel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2021, acquistano in Italia, anche in locazione finanziaria, un autoveicolo nuovo di categoria M1 con emissioni da 0 a 60 g/km di CO2 aventi un prezzo inferiore a 50.000 euro (IVA esclusa).

Il bonus è concesso sia senza che con rottamazione. In quest’ultimo caso, l’auto da rottamare dovrà essere omologata in una classe ambientale inferiore a Euro 6 ed essere immatricolata prima del 1° gennaio 2011.

Nel caso di rottamazione, il contributo statale è pari a 2.000 euro, mentre senza rottamazione il bonus scende a 1.000 euro.

In entrambi i casi, il bonus è condizionato ad uno sconto da parte del venditore pari ad almeno:

  • 2.000 euro con rottamazione;
  • 1.000 euro senza rottamazione.

Ecobonus legge di Bilancio 2019

Questi incentivi si affiancano (e si possono cumulare) all’ecobonus previsto dalla legge di Bilancio 2019 (l. n. 145/2018, articolo 1, comma 1031), valido fino al 31 dicembre 2021, riconosciuto per l’acquisto, anche in locazione finanziaria, di veicoli di categoria M1 con emissioni di CO2 allo scarico non superiori a 60 g/km, con prezzo risultante dal listino prezzi ufficiale della casa automobilistica produttrice inferiore a 50.000 euro (IVA esclusa).

L’ecobonus è pari a:

1) nel caso di acquisto di veicoli con emissioni da 0 a 20 g/km di CO2:

  • 6.000 euro, con rottamazione di un veicolo della stessa categoria omologato alle classi da Euro 0 a Euro 4;
  • 4.000 euro, senza rottamazione;

2) nel caso di acquisto di veicoli con emissioni da 21 a 60 g/km di CO2:

  • 2.500 euro, con rottamazione di un veicolo della stessa categoria omologato alle classi da Euro 0 a Euro 4;
  • 1.500 euro, senza rottamazione.

Nel caso di rottamazione, il veicolo da rottamare deve essere intestato da almeno 12 mesi allo stesso soggetto intestatario del nuovo veicolo o ad uno dei familiari conviventi.

Nuovi incentivi per auto Euro 6

L’altra categoria di incentivi prevista dalla legge di Bilancio 2021 (commi 654 e 655) riguarda i veicoli con emissioni da 61 a 135 g/km di CO2Il bonus, in particolare, spetta alle persone fisiche e quelle giuridiche che acquistano in Italia, anche in locazione finanziaria, un autoveicolo nuovo di categoria M1 che sia omologato in una classe non inferiore ad Euro 6 di ultima generazione e abbiano un prezzo inferiore a 40.000 euro (IVA esclusa). Il contributo statale è pari a 1.500 euro e spetta a condizione che il venditore conceda uno sconto di almeno 2.000 euro. Per beneficiare del contributo statale è obbligatorio rottamare un veicolo omologato in una classe inferiore ad Euro 6 e che sia stato immatricolato prima del 1° gennaio 2011.

Più tempo per la rottamazione

In tutti i casi di rottamazione, il venditore avrà più tempo per avviare alla demolizione il veicolo usato. La legge di Bilancio 2021 ha infatti sostituito il precedente termine di 15 giorni dalla consegna del veicolo acquistato con il nuovo termine di 30 giorniA seguito dalla modifica, quindi, il venditore entro 30 giorni dalla data di consegna del veicolo nuovo, pena il non riconoscimento del contributo statale, ha l’obbligo di consegnare il veicolo usato ad un demolitore, che lo prende in carico, e di provvedere direttamente, anche avvalendosi del demolitore stesso, alla richiesta di cancellazione per demolizione allo sportello telematico dell’automobilista.

Acquisto a rate

La legge di Bilancio 2021 (comma 656) prevede poi che, nel caso in cui l’acquisto del veicolo sia subordinato al totale o parziale finanziamento dell’importo, si applicano le disposizioni di cui all’articolo 6 del D.lgs. n. 141/2010, e l’acquirente può in ogni caso estinguere o surrogare il finanziamento in qualsiasi momento e senza penali. 

Bonus per le famiglie con ISEE inferiore a 30.000 euro

Altro bonus è previsto ai commi da 77 a 79 per le famiglie con ISEE inferiore a 30.000 euro. Il contributo sarà riconosciuto per gli acquisti, anche in leasing, effettuati entro il 31 dicembre 2021, di un’auto elettrica con prezzo di listino inferiore a 30.000 euro (IVA esclusa) e potenza fina a 150 kW.

L’incentivo - non è cumulabile con gli altri incentivi auto - è pari al 40% del prezzo e sarà riconosciuto fino a esaurimento dei fondi disponibili, pari a 20 milioni.

Le modalità applicative dovranno essere definite con apposito provvedimento del Ministro dell’Economia e delle Finanze, che dovrà essere emanato entro fine gennaio (30 giorni dall’entrata in vigore della legge di Bilancio 2021, avvenuta il 1° gennaio 2021).

Bonus per l’acquisto di veicoli commerciali

La legge di Bilancio 2021 non mette a disposizione solo incentivi per l’acquisto di auto, ma anche per i veicoli commerciali.

Il contributo è riconosciuto a chi acquista in Italia, a decorrere dal 1° gennaio 2021 e fino al 30 giugno 2021, veicoli commerciali di categoria N1 nuovi di fabbrica o autoveicoli speciali di categoria M1 nuovi di fabbrica.

Il bonus varia a seconda:

  • della massa totale a terra del veicolo;
  • dell’alimentazione: esclusivamente elettrica, ibrida o alimentazione alternativa, altre tipologie di alimentazione;
  • eventuale rottamazione di un veicolo della medesima categoria di quello acquistato omologato in una classe fino ad Euro 4/IV.

In particolare, per la fascia di peso 0-1,999 tonnellate l’incentivo è pari a:

  • in caso di acquisto di veicolo elettrico: 4.000 euro con rottamazione e 3.200 euro senza rottamazione;
  • in caso di acquisto di veicolo ibrido o alimentazione alternativa: 2.000 euro con rottamazione e 1.200 euro senza rottamazione;
  • in caso di acquisto di veicolo con altre tipologie di alimentazione: 1.200 euro con rottamazione e 800 euro senza rottamazione.

Per la fascia di peso 2-3,299 tonnellate l’incentivo è pari a:

  • in caso di acquisto di veicolo elettrico: 5.600 euro con rottamazione e 4.800 euro senza rottamazione;
  • in caso di acquisto di veicolo ibrido o alimentazione alternativa: 2.800 euro con rottamazione e 2.000 euro senza rottamazione;
  • in caso di acquisto di veicolo con altre tipologie di alimentazione: 2.000 euro con rottamazione e 1.200 euro senza rottamazione.

Per la fascia di peso 3,3-3,5 tonnellate l’incentivo è pari a:

  • in caso di acquisto di veicolo elettrico: 8.000 euro con rottamazione e 6.400 euro senza rottamazione;
  • in caso di acquisto di veicolo ibrido o alimentazione alternativa: 4.400 euro con rottamazione e 2.800 euro senza rottamazione;
  • in caso di acquisto di veicolo con altre tipologie di alimentazione: 3.200 euro con rottamazione e 2.000 euro senza rottamazione.

[FONTE: IPSOA https://www.ipsoa.it/documents/finanziamenti/imprenditoria/quotidiano/2021/01/07/incentivi-auto-regole-acquisti-scontati]