Simest: il pacchetto delle agevolazioni previsto per l’internazionalizzazione del PMI e MidCap

Ottobre 2, 2023

Finanziamento a tasso agevolato, a regime “de minimis”, per lo sviluppo di soluzioni di E-Commerce in Paesi esteri attraverso l’utilizzo di un Market Place o la realizzazione di una piattaforma informatica sviluppata in proprio per la diffusione di beni e/o servizi prodotti in Italia o distribuiti con marchio italiano.

A chi è dedicato: a tutte le società di capitali (anche costituite in forma di “Rete Soggetto”). Per poter accedere al finanziamento è necessario aver depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi.

Come funziona: finanziamento a tasso agevolato delle spese relative a soluzioni da realizzare secondo due modalità alternative.

  1. realizzare direttamente la tua piattaforma informatica finalizzata al commercio elettronico;
  2. utilizzare un market place finalizzato al commercio elettronico fornito da soggetti terzi.

Il finanziamento può coprire fino al 100% delle spese preventivate, fino a un massimo del 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati.

Importo massimo finanziabile: € 450.000,00 per la realizzazione di una piattaforma propria e di 300.000,00 euro per l’utilizzo di un market place fornito da soggetti terzi.

Importo minimo finanziabile: € 25.000,00 in entrambi i casi

Durata del finanziamento: 4 anni di cui 1 di pre-ammortamento, in cui si corrispondono i soli interessi e 3 anni di ammortamento per il rimborso del capitale e degli interessi; le rate sono semestrali posticipate a capitale costante.

Benefici

  • possibilità di richiedere l’esenzione dalle garanzie per tutto il 2020;
  • possibilità di ottenere fino al 50% del finanziamento (nel limite di 100mila euro) a fondo perduto;
  • rimborso quota restante a tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento UE;
  • sviluppare il commercio digitale della tua impresa;
  • sossibilità di ottenere una prima erogazione per un importo pari al 50% del finanziamento;
  • Minori garanzie da prestare, anche in alternativa alla fideiussione bancaria, ad es. “cash collateral” costituito in pegno.

Misura Partecipazione a fiere e mostre

Sosteniamo la tua partecipazione a fiere, mostre, missioni di sistema e eventi promozionali, anche virtuali, per promuovere il tuo business su nuovi mercati internazionali.

A chi è dedicato: a tutte le PMI, in forma singola o aggregata, a MidCap e Grandi Aziende.

Come funziona: Finanziamento a tasso agevolata delle spese per area espositiva, spese logistiche, spese promozionali e spese per consulenze connesse alla partecipazione a fiere/mostre in Paesi esteri, incluse le missioni di sistema promosse da MISE e MAECI e organizzate da ICE – Agenzia, Confindustria e altre istituzioni e associazioni di categoria. Sono finanziabili anche le spese sostenute per la partecipazione a fiere internazionali in Italia.Il finanziamento può coprire fino al 100% delle spese preventivate, fino a un massimo del 15% dei ricavi dell’ultimo esercizio.Importo massimo finanziabile: € 150.000.Durata del finanziamento: 4 anni di cui 12 mesi di preammortamento.

Benefici:

  • Possibilità di richiedere l’esenzione dalle garanzie per tutto il 2020;
  • Possibilità di ottenere fino al 50% del finanziamento (nel limite di 100mila euro) a fondo perduto;
  • Rimborso quota restante a tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento UE (MENO DEL 1%);
  • Migliore visibilità del brand presso i buyer di settore;
  • Promuovere la tua attività nei mercati esteri.

Misura Programmi di inserimento sui mercati esteri

Agevoliamo il tuo ingresso nei nuovi mercati finanziando la realizzazione di strutture commerciali.

A chi è dedicato: a tutte le imprese, in forma singola o aggregata che devono costituire una “Rete Soggetto” e che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi.

Come funziona: finanziamento a tasso agevolato delle spese per la realizzazione di uffici, show room, negozio, corner, centri di assistenza post vendita in un Paese estero e relative attività promozionali.

L’importo massimo finanziabile può raggiungere il 100% del totale preventivato e non può superare il 25% del fatturato medio dell’ultimo biennio, da un minimo di 50 mila euro fino a 4 milioni di euro.

Durata del finanziamento: 6 anni, di cui 2 di preammortamento.

Benefici

  • Possibilità di richiedere l’esenzione dalle garanzie per tutto il 2020;
  • Possibilità di ottenere fino al 50% del finanziamento (nel limite di 100mila euro) a fondo perduto; 
  • Rimborso quota restante a tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento UE (MENO DEL 1%)
  • Possibilità per l’impresa di inserirsi efficacemente sul mercato con la struttura commerciale finanziata;
  • Possibilità di promuovere con migliore efficacia i propri beni e/o servizi prodotti in Italia o, comunque, distribuiti con marchio italiano;
  • Incentivo economico rappresentato dal solo rimborso degli interessi nel periodo di realizzazione del programma.

Misura Studi di Fattibilità

Finalità del finanziamento: agevolare la realizzazione di studi di prefattibilità e fattibilità collegati ad investimenti italiani in Paesi esteri. Lo studio deve riguardare lo stesso settore di attività dell’impresa richiedente o del suo Gruppo di appartenenza.

Beneficiari del finanziamento: tutte le imprese italiane aventi sede legale in Italia, in forma singola o rete soggetto. Ci sono settori di attività esclusi dal finanziamento: non possono essere finanziate le imprese operanti nei settori di attività esclusi ai sensi dell”art. 1 del regolamento UE n. 1407/2013

In quali Paesi? In tutti i Paesi esteri. Ogni singola domanda deve riguardare uno studio da realizzare in un solo Paese. Fermo restando tale limite, l’impresa può presentare più domande di finanziamento contemporaneamente.

Spese finanziabili ed in quale periodo possono essere effettuate: possono essere oggetto di finanziamento agevolato le spese per:

  • viaggi, soggiorni e indennità di trasferta del personale interno adibito all’iniziativa finanziata;
  • retribuzioni del personale interno adibito allo studio di fattibilità riconosciute nella misura massima del 15% del totale dell’importo delle spese ammesse e rendicontate.
  • compensi per il personale esterno documentati da specifico contratto (lettera di incarico/accettazione). Sono escluse le spese per consulenze relative alla predisposizione della domanda e alle fasi successive.

Le spese sono finanziabili dalla data di arrivo della domanda di finanziamento a SIMEST fino a 12 mesi dopo la data della stipula del relativo contratto di finanziamento.

Importo finanziabile: finanziamento, che può coprire fino al 100% dell’importo delle spese ammissibili, può essere concesso, nei limiti consentiti dall’applicazione della normativa comunitaria “de minimis”, per un importo comunque non superiore a:

  • euro 200.000,00 per studi collegati ad investimenti commerciali
  • euro 350.000,00 per studi collegati ad investimenti produttivi

In ogni caso il finanziamento non può superare il limite del 15% dei ricavi medi degli ultimi 2 esercizi.

Durata del finanziamento: complessiva è di 4 anni, di cui 12 mesi di preammortamento (per soli interessi) e 3 anni di rimborso del capitale.

Tasso di interesse: l’impresa può richiedere fino al 50% del finanziamento a fondo perduto entro il limite di 100mila euro. Sulla quota restante è applicato un tasso di interesse fisso per tutta la durata del finanziamento e pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa comunitaria.

Garanzie eventuali richieste: le erogazioni del finanziamento sono subordinate alla presentazione delle garanzie, per un minimo del 20% (per tutto il 2020 c’è l’esenzione delle garanzie) deliberate dal Comitato Agevolazioni tra le seguenti:

  • fideiussione bancaria, conforme allo schema pubblicato sul sito internet di SIMEST
  • fideiussione assicurativa, conforme allo schema pubblicato sul sito internet di SIMEST
  • fideiussione di intermediari finanziari affidati da SIMEST conforme allo schema pubblicato sul sito internet di SIMEST
  • cash collateral costituito in pegno
  • eventuali altre garanzie e controgaranzie previa delibera del Comitato.

TEMPORARY EXPORT MANAGER 

Finalità del finanziamento: facilitare la realizzazione di progetti di internazionalizzazione attraverso l’inserimento temporaneo in azienda di un Temporary Export Manager (TEM), attraverso la sottoscrizione di un contratto di prestazioni consulenziali erogate esclusivamente da Società di Servizi. A titolo esemplificativo e non esaustivo, possono essere considerati TEM anche i Temporary Digital Marketing Manager, i Temporary Innovation Manager, ecc., qualora i loro servizi siano finalizzati a sviluppare processi di internazionalizzazione.

Quali sono le Società di Servizi: società di capitali che forniscono servizi professionali di accompagnamento ai processi di internazionalizzazione di impresa, per il tramite del TEM. Quali sono i requisiti della Società di Servizi:

  • essere attiva e risultare iscritta al Registro delle imprese
  • essere costituita nella forma di società di capitali
  • non essere destinataria di sanzioni interdittive ai sensi dell’art. 9, comma 2, del D.Lgs. 231/2001
  • aver realizzato almeno cinque progetti di internazionalizzazione tramite TEM negli ultimi due anni precedenti la richiesta. Sono escluse le semplici attività di consulenza
  • non essere in stato di scioglimento o liquidazione volontaria e non essere sottoposta a procedure concorsuali (quali fallimento, liquidazione coatta amministrativa, concordato preventivo, amministrazione controllata o straordinaria)

Quali sono i requisiti del Contratto di Servizio:

  • una durata minima almeno pari a 6 mesi
  • i dati che identificano la/le figure professionali individuate (TEM)
  • l’oggetto della prestazione professionale
  • il calendario degli interventi da effettuarsi nel periodo di realizzazione del progetto
  • l’indicazione dei Paesi di destinazione esteri
  • il corrispettivo economico pattuito tra le parti, compresi viaggi e soggiorni
  • altre eventuali informazioni necessarie alla gestione del rapporto

Beneficiari del finanziamento: società di capitali in forma singola o di Rete Soggetto che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi. Settori di attività esclusi dal finanziamentoSono esclusi i seguenti settori di attività, secondo la Classificazione ATECO 2007 

  • SEZIONE A – Agricoltura, Silvicoltura e Pesca tutte le attività  
  • SEZIONE C – Attività manufatturiere – esclusivamente le attività di cui alle seguenti classi:  

10.11 – Produzione di carne non di volatili e dei prodotti della macellazione (attività dei mattatoi)  
10.12 – Produzione di carne di volatili e dei prodotti della macellazione (attività dei mattatoi) In quali Paesi: Massimo 3 Paesi esteriQuali sono le spese finanziabili: le spese ammissibili al finanziamento sono:

  • le spese relative alle prestazioni di figure professionali specializzate (TEM), risultanti dal Contratto di Servizio, che devono essere almeno pari al 60% del finanziamento concesso
  • le spese strettamente connesse alla realizzazione del progetto elaborato con l’assistenza del TEM

Da quando sono finanziabili le spese: le spese sono finanziabili dalla data di arrivo della domanda di finanziamento a SIMEST, fino a 24 mesi dopo la data di stipula del contratto di finanziamento (periodo di realizzazione).

Importo finanziabile: in ogni caso, il finanziamento non può superare il limite del 15% dei ricavi medi degli ultimi 2 esercizi con un importo massimo di 150.000 euro e minimo di 25.000 euro.

Durata del finanziamento: la durata complessiva è di 4 anni di cui 2 di preammortamento (per soli interessi) e 2 di rimborso del capitale. 

Tasso di interesse: l’impresa può richiedere fino al 50% del finanziamento a fondo perduto, entro il limite di 100mila euro. Sulla quota restante è applicato un tasso di interesse fisso per tutta la durata del finanziamento e pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa comunitaria.

Sono richieste delle garanzie: le erogazioni del finanziamento sono subordinate alla presentazione delle garanzie deliberate dal Comitato Agevolazioni, per un minimo del 20% (PER IL 2020 SONO ESENTI DAL FORNIRE GARANZIE), tra le seguenti:

  • fideiussione bancaria, conforme allo schema pubblicato sul sito internet di SIMEST
  • fideiussione assicurativa, conforme allo schema pubblicato sul sito internet di SIMEST
  • fideiussione di intermediari finanziari affidati da SIMEST conforme allo schema pubblicato sul sito internet di SIMEST
  • cash collateral costituito in pegno
  • eventuali altre tipologie di garanzie previa delibera del Comitato. 

Richiedi consulenza sul bando

    Bandi Attivi

    PIA TURISMO

    PIA TURISMO

    PIA TURISMO 2024: PREMESSA Il PIA TURISMO della Regione Puglia concede agevolazioni alle GRANDI imprese e alle Piccole e Medie imprese e prevede l'ampliamento, ammodernamento e ristrutturazione di immobili destinati o da destinarsi alle attività turistico-alberghiere...

    MINIPIA Regione Puglia

    MINIPIA Regione Puglia

    PREMESSE Questa nuova misura appartenente alla programmazione regionale 2021-2027 supporterà le impresse di micro dimensioni ad effettuare un cambiamento nelle modalità con le quali decidono di programmare gli investimenti produttivi. Con i TITOLO 2 CAPO 3 - misura...