Ammodernamento frantoi oleari in puglia: ecco il nuovo avviso

Novembre 13, 2023


BENEFICIARI
Sono le aziende agricole e le imprese agroindustriali, incluse le loro associazioni e cooperative, titolari di frantoi oleari, che effettuano estrazione di olio extravergine di oliva, iscritte nel Portale dell’olio di oliva del Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN), secondo le disposizioni di cui ai decreti del Ministero delle politiche agricole alimentari del 10 novembre 2009, n.8077, e del 23 dicembre 2013, n.16059, che hanno compilato il registro telematico di carico/scarico olio e sono in possesso delle specifiche autorizzazioni ambientali richieste per lo svolgimento delle attività aziendali di che trattasi.

Il beneficiario deve risultare come impresa attiva nella trasformazione dei prodotti agricoli di cui sopra e nel caso di aziende agricole, agricoltore in attività ai sensi dell’articolo 4 del DM 660087/2022, che realizza gli interventi di cui al presente avviso, ne sostiene i relativi costi ed ha la disponibilità dell’immobile funzionale alla suddetta attività di estrazione (frantoio oleario) in cui ricade la realizzazione dell’intervento.


AZIONI AMMISSIBILI

Sono ammesse a finanziamento le spese per la sostituzione di impianti obsoleti preesistenti con impianti di molitura ed estrazione a “2 o 3 fasi” e/o l’ammodernamento di questi ultimi, attraverso la sostituzione o l’acquisto di macchinari, nonché interventi edili ed affini esclusivamente funzionali all’installazione degli stessi. Ai fini dell’effetto incentivante, all’atto della presentazione della domanda di sostegno il beneficiario non deve aver già dato inizio ai lavori.

Il beneficiario deve risultare come impresa attiva nella trasformazione dei prodotti agricoli di cui sopra (rif. codice ATECO 10.41.10 Produzione di olio di oliva da olive prevalentemente non di produzione propria), e nel caso di aziende agricole (rif. codice ATECO 01.26.00 Coltivazione di frutti oleosi), agricoltore in attività ai sensi dell’articolo 4 del DM 660087/2022, che realizza gli interventi di cui al presente avviso, ne sostiene i relativi costi ed ha la disponibilità dell’immobile funzionale alla suddetta attività di estrazione (frantoio oleario) in cui ricade la realizzazione dell’intervento


ALCUNE CONDIZIONI DI AMMISSIBILITA’

I proponenti che intendono presentare le Domande di Sostegno (di seguito DdS) devono essere in possesso, alla data di presentazione della domanda di sostegno e della domanda di pagamento dei seguenti requisiti:

  1. appartenere alla categoria dei Soggetti Beneficiari;
  2. essere iscritto alla competente CCIAA e essere titolare di Partita IVA;
  3. avere Fascicolo Aziendale confermato e aggiornato ai sensi dell’art. 43 del decreto-legge n. 76 del 2020; d) Essere in possesso delle specifiche autorizzazioni ambientali richieste per lo svolgimento delle attività aziendali di trasformazione di prodotti agricoli “Frantoio oleario”;
  4. dimostrare di essere proprietario o di aver titolo a disporre degli immobili ove intende realizzare gli investimenti fino al 31 maggio 2031.

Inoltre, sono ammissibili le spese generali collegate alle spese per investimenti, come onorari di architetti, ingegneri e consulenti, compensi per consulenze in materia di sostenibilità ambientale ed economica.

Nell’ambito delle spese generali rientrano anche, se del caso, gli oneri per le concessioni di natura edilizia e collaudi di legge. Altresì sono ammissibili le spese per garanzie fideiussorie. Le spese di apertura e gestione del conto corrente per la movimentazione delle risorse necessarie alla realizzazione del progetto sono riconosciute come ammissibili in presenza di un conto corrente dedicato ad uso esclusivo.

Per le spese generali è fissato un limite massimo di ammissibilità rispetto alla spesa ammessa a finanziamento:

  1. del 10% sul totale delle spese ammissibili relative alle opere edili;
  2. del 5% sul totale delle spese ammissibili relative ad acquisti e messa in opera di macchinari, di impianti, attrezzature, prefabbricati e beni immateriali. L’importo delle spese generali, calcolato sull’importo della spesa da sostenere per gli investimenti, dovrà essere rimodulato nel caso in cui quest’ultima sia oggetto di variazioni (economie/varianti/adattamenti tecnici), ovvero nel caso in cui a seguito della istruttoria sulla domanda di pagamento, la spesa complessiva ammissibile risulti ridotta rispetto a quella inizialmente finanziata.

Entità del sostegno pubblico e tipologia di progetto

Il sostegno pubblico previsto è nella forma di contributo in conto capitale. L’aliquota di contributo concedibile, calcolata sulla spesa ammessa a finanziamento, in conformità e nel rispetto dei massimali consentiti dalla normativa comunitaria di cui alla categoria di aiuto 1.1.1.3 – Aiuti agli investimenti nel settore della trasformazione di prodotti agricoli o della commercializzazione di prodotti agricoli dei nuovi Orientamenti, è pari:

  1. Aziende agricole e PMI: 65%
  2. Aziende agricole condotte da Giovani agricoltori: 80%
  3. Grandi imprese: 25%

Altresì, per garantire l’efficacia dell’intervento sono fissati i seguenti limiti:

Costo totale minimo del progetto: euro 80.000,00 – Costo totale massimo del progetto: euro 1.500.000,00

Per gli interventi di valore superiore, la contribuzione pubblica sarà limitata al suddetto massimale di costo ammissibile.

Il beneficiario, tuttavia, si impegna a realizzare per intero il progetto proposto ed approvato. Per gli investimenti realizzati da “giovani agricoltori” l’applicazione dell’aliquota di contributo all’80% ricorre qualora il beneficiario sia un giovane di età compresa tra i 18 anni compiuti e 41 anni non compiuti alla data di rilascio della DDS nel portale SIAN ed abbia i seguenti requisiti: possesso di adeguate qualifiche e competenze professionali; insediamento per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di capo azienda da non oltre 5 anni dalla data di rilascio della DdS nel portale SIAN da comprovare con: iscrizione alla C.C.I.A.A. e possesso di un fascicolo aziendale validato ed apertura di una posizione previdenziale INPS non oltre la data predetta.


TERMINI PRESENTAZIONE DOMANDA

La richiesta di abilitazione al SIAN potrà essere trasmessa dai tecnici incaricati inviando l’apposita modulistica entro il 15.12.2023. Il termine iniziale per l’accesso al portale SIAN è fissato al 15.11.2023, mentre, il termine finale per la compilazione/stampa/rilascio delle DdS è fissato alle ore 23:59 del 15.01.2024.



Richiedi consulenza sul bando

    Bandi Attivi

    PIA TURISMO

    PIA TURISMO

    PIA TURISMO 2024: PREMESSA Il PIA TURISMO della Regione Puglia concede agevolazioni alle GRANDI imprese e alle Piccole e Medie imprese e prevede l'ampliamento, ammodernamento e ristrutturazione di immobili destinati o da destinarsi alle attività turistico-alberghiere...

    Zes Unica Mezzogiorno

    Zes Unica Mezzogiorno

    Le Zone Economiche Speciali (ZES), in Italia, sono state istituite nel 2017, al fine di favorire lo sviluppo delle imprese presenti e l’insediamento di nuove attività nelle regioni del Mezzogiorno, tramite semplificazioni degli adempimenti amministrativi e...

    MINIPIA Regione Puglia

    MINIPIA Regione Puglia

    PREMESSE Questa nuova misura appartenente alla programmazione regionale 2021-2027 supporterà le impresse di micro dimensioni ad effettuare un cambiamento nelle modalità con le quali decidono di programmare gli investimenti produttivi. Con i TITOLO 2 CAPO 3 - misura...