Le Ultime Novità

  • Per chi detiene la proprietà o in licenza brevetti, marchi o disegni a breve il decreto che prevede aiuti per la valorizzazione di questi "beni"

    19 Luglio 2022

    Pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto del Ministero dello sviluppo economico che assegna per il 2022 risorse complessive pari a 46 milioni di euro ai nuovi bandi Brevetti+, Disegni+ e Marchi+. I contributi agevolativi destinati alle Pmi per favorire la brevettabilità e la valorizzazione di idee e progetti sono così ripartiti:
    • 30 milioni per Brevetti+, di cui 10 milioni di euro sono risorse del Pnrr per incentivare per la valorizzazione economica dei brevetti,
    • 14 milioni per Disegni+ per incentivare la registrazione di marchi dell’Unione europea e internazionali
    • 2 milioni per Marchi+ per incentivare la valorizzazione dei disegni e modelli.
    Il Ministero pubblicherà prossimamente gli avvisi di apertura degli sportelli, con i termini e modalità di presentazione delle domande.
    PER LA RICHIESTA DI CONSULENZA, INVIARE UNA MAIL AD INFO@FINANZIAMENTI.PUGLIA.IT

  • Devi realizzare o hai realizzato investimenti in una Area ZES della Puglia?

    12 Luglio 2022

    L'art. 4 del decreto legge n. 91 del 2017 al fine di favorire lo sviluppo in determinate aree del paese, di imprese operative nonchè l'insediamento di nuove imprese, ha previsto la possibilità di istituire le ZES - zone economico speciali - all'interno delle quali tali imprese possono beneficiare di agevolazioni fiscali e delle semplificazioni amministrative previste nella medesima legge all'art. 5. Il comma 2 di questo articolo, nella versione in vigore dal 1 giugno 2021 dispone che in relazione agli investimenti effettuati nelle ZES il credito di imposta investimenti nel mezzogiorno spetta anche per l'acquisto di immobili strumentali agli investimenti (parliamo del 45% di agevolazione). Per effetto delle modifiche apportate con D.L. n. 36 del 30/04/2022 art. 37 a partire dal 2 maggio 2022 il credito di imposta spetti anche per l'acquisto dei terreni, e all'acquisizione, realizzazione ovvero all'ampliamento di immobili strumentali all'attività di impresa. 

    Per le imprese che prima del 30 aprile 2022 hanno acquisito solo IMMOBILI spetta lo stesso credito di imposta mezzogiorno 45%.

    Inoltre, la medesima disciplina del credito di imposta investimenti nel mezzogiorno - applicabile anche alle aree ZES - prevede la cumulabilità, a determinate condizioni di tale beneficio con altri aiuti di stato. Ciò vuol dire che i due crediti di imposta si possono cumulare: l'impresa che acquista l'immobile può beneficiare delle agevolazioni fiscali 45% e se acquista anche macchinari può lo stesso beneficiare di agevolazioni al 45%.  

    PER RICHIEDERE LA NOSTRA IMMEDIATA CONSULENZA INVIACI UNA MAIL A: INFO@FINANZIAMENTI.PUGLIA.IT


     

  • Beni strumentali 4.0: richiedi il nostro servizio di perizia asseverata

    25 Giugno 2022

    CLICCA SULL'IMMAGINE ACCANTO PER ACCEDRE AL MIO VIDEO DI 1 MINUTO NEL QUALE SPIEGO LA NOSTRA PERIZIA COME FUNZIONA.

    Per le imprese che devono acquistare beni strumentali 4.0 oppure nel 2021 hanno acquistato (con acconto versato di almeno il 20%+iva al 31/12/2021) beni strumentali rientranti nel piano industria 4.0 (allegato A e B legge 232/2016) per importi di investimento superiori a 300.000 €, hanno l'obbligo di rivolgersi ad un tecnico abilitato per richiedere una perizia asseverata al fine di documentare la rispondenza dei beni a particolari requisiti tecnologici e costruttivi previsti dalla norma.

    Lo scenario si configura diverso per gli imprenditori che hanno acquistato o devono acquistare beni strumentali 4.0 per importi minori a 300.000 €. In questo caso l'imprenditore può certificare con una dsan che il bene risponde ai requisiti dettati dalla norma. Ovviamente, in questo caso se, durante il controllo di verifica da parte dell'agenzia delle entrate si riscontrassero dichiarazioni non vere, la sanzione è molto salata!

    A questo punto, diversi nostri clienti hanno deciso di richiedere ugualmente la perizia asseverata proprio per avere "una maggiore tranquillità e tutela" nell'accedere alle agevolazioni fiscali, visto anche le molteplici dichiarazioni fornite dai venditori non rispondenti, successivamente alla perizia, al vero!!! Se siete interessati a richiedere la nostra perizia, contattatemi al numero 340/9701477


  • Quali aiuti per chi realizza, ammoderna, ristruttura o amplia impianti sportivi in Puglia?

    20 Giugno 2022

    CLICCA SU ASCOLTA IL VIDEO PER SAPERNE DI PIU'. Le imprese operative in qualsiasi settore possono avviare nuovo investimenti per la realizzazione di nuovi impianti sportivi oppure ammodernare, ristrutturare o ampliare gli stessi. L’impresa presenta l’investimento inviando una serie di documenti alla Regione Puglia, prima di ottenere la delibera di finanziamento o mutuo e prima che abbia sostenuto lo stesso investimento. ricando Per ricevere il fondo perduto trascorrono mediamente oltre 12 mesi dalla fine investimento. Gli aiuti che la stessa impresa potrà beneficiare tramite questo strumento agevolativo non dovrà superare il 60% somma di tre forme di aiuto. 1. Fondo perduto sul capitale investito 2.Fondo perduto sugli interessi: 3. Aiuti su copertura delle garanzie concesse dal Medio Credito Centrale o consorzi di garanzia cibo ad un Max del 15% sul totale degli aiuti. ASCOLTA IL VIDEO: CLICCA ACCANTO: AGEVOLAZIONI IMPIANTI SPORTIVI


     

  • Titolo 2 Capo 6 Circolante: l'impresa può comunicare la rinuncia al 10% se non potrà mantenere i livelli di personale

    07 Giugno 2022

    Nel 2020 con l'avvento della pandemina la commissione europea per far fronte alla straordinaria crisi che ha colpito il tessuto economico internazionale ha adottato il quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19. La Regione Puglia per sostenere le imprese del settore turistico-ricettivo, settore sportivo, discoteche, noleggio imbarcazioni, altre attività annesse, ha deciso di mettere a disposizione, modificando l'avviso Titolo 2 Capo 6 per investimenti con un'integrazione, dei contributi a fondo perduto erogato alle imprese che prima di ottenere il famoso finanziamento covid (liquidità/circolante) avrebbero presentato domanda di accesso alle agevolazioni alla Regione.

    Se sei un'impresa del settore turistico-ricettivo che ha beneficiato delle agevolazioni a fondo perduto previste dal TITOLO 2 CAPO 6 CIRCOLANTE, solo il caso in cui avete richiesto ed ottneuto la premialità del 10% dichiarando in fase di domanda che avreste garantito il mantenimento dei livelli occupazionali del 2022 uguali a quelli del 2019, ascolta il video: https://youtu.be/e_BOsGMxZKk


  • Credito d’imposta Formazione 4.0: aumentano gli incentivi col decreto aiuti maggio 2022

    19 Maggio 2022

    Arriva il decreto Aiuti 2022 pubblicato in gazzetta ufficiale il 17 maggio 2022 e porta in dote una novità in merito al credito d'imposta per la formazione 4.0 del personale dipendente. Se non la conoscete, questa misura è volta a sostenere le imprese nel processo di trasformazione tecnologica e digitale creando o consolidando le competenze nelle tecnologie abilitanti necessarie a realizzare il paradigma 4.0. In breve le novità apportate nel decreto aiuti consiste:

    1. nell'incremento delle aliquote per il credito d’imposta sia per le Pmi che per le grandi imprese;
    2. ampliata la platea dei costi ammissibili ricomprendendo le spese dei formatori e dei servizi di consulenza connessi alla formazione, i costi di esercizio e le spese generali indirette. 

    Ma come funziona questa misura? clicca qui: http://www.finanziamenti.puglia.it/finanziamenti/bandi-nazionali-attivi/credito-di-imposta-formazione-4-0


     

  • Puglia sempre più green: incentivi per la realizzazione di nuovi impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili

    05 Aprile 2022

    Dal 7 aprile 2022 le PMI e liberi professionisti possono beneficiare di agevolazioni a fondo perduto (non solo) se decidono di realizzare, all'interno della sede operativa in Puglia, nuovi impianti eolici, solari (con tutte le tecnologie), macchine frigorifere a fonte geotermica (refrigeratori o pompe di calore) e impianti di produzione di energia termica o elettrica a biomasse (liquide, solide o gassose). Tra le altre spese, sono agevolabili anche le spese per i sistemi di accumulo integrati dell’energia (storage) e per la realizzazione di stazioni di ricarica di veicoli elettrici e ibridi ad uso esclusivo delle imprese che propongono il progetto.

    Per tutte le novità CLICCA SUL LINK per ascoltare il video nel quale l'ing. Mingolla Andrea commenta come accedere all'agevolazione: ACCEDI ORA AL VIDEO

  • Nuova agevolazione per incentivare la creazione e sviluppo di imprese esistenti composte da giovani o donne

    24 Marzo 2022

    ON è l'incentivo promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico che sostiene le micro e piccole imprese composte in prevalenza o totalmente da giovani tra i 18 e i 35 anni oppure da donne di tutte le età.

    Finanzia le imprese con progetti di investimento che puntano a realizzare nuove iniziative o ampliare, diversificare o trasformare attività esistenti nei settori manifatturiero, servizi, commercio e turismo. Le agevolazioni prevedono un mix di finanziamento a tasso zero e contributo a fondo perduto per progetti d’impresa con spese fino a 3 milioni di euro, che può coprire fino al 90% delle spese totali ammissibili. I piani di impresa devono essere avviati successivamente alla presentazione della domanda e devono essere conclusi entro 24 mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento. Per maggiori info: AUTOIMPRENDITORIALITA' GIOVANILE


     

  • Se devi aprire un'attività ci sono i nuovi incentivi della Regione Puglia anche a favore di chi ha dovuto chiudere l'attività a causa della pandemia

    20 Marzo 2022

    La NUOVA N.I.D.I. - NUOVE INIZIATIVE D'IMPRESA - offre un aiuto per l'avvio di una nuova impresa, favorire il passaggio generazionale, supportare l'apertura di attività che sono state chiuse a causa della pandemia, attraverso l'erogazione di un contributo a fondo perduto e un prestito rimborsabile sulle spese per investimenti ed un ulteriore contributo a fondo perduto per le spese di gestione sostenute nei primi mesi di attività. In particolare, sono previsti aiuti mirati, e di maggiore intensità, in favore dei soggetti più deboli (Compagini giovanili e Imprese femminili) arrivando a coprire il 100% delle spese di investimento e di gestione. Per maggiori dettagli: N.I.D.I.


     

  • Aumentate le agevolazioni a fondo perduto alle pmi pugliesi (titolo 2 capo 3 e titolo 2 capo 6)

    03 Ottobre 2021

    La Regione Puglia ha aumentato le agevolazioni concesse a fondo perduto alle micro e piccole imprese al 35% e per le medie imprese al 30%. Le misure interessate dall'aumento degli incentivi sono il titolo 2 capo 3 e titolo 2 capo 6. 

    Settori ammessi: manifattura, commercio, artigianato, servizi, telecomunicazione, informazione, attività professionali, tecnico/scientifiche, strutture turistico alberghiere, impianti sportivi, discoteche, parchi tematici, etc...

    Le imprese possono realizzare nuovi immobili, ampliare, ammodernare ristrutturare immobili esistenti, acquistare attrezzature, macchinari, hardware, software, arredamenti, subentrare ad altre attività, etc...

    In particolar modo possono beneficiare delle agevolazioni anche le farmacie e per i distributori di carburante generato da fonti alternative e pulite.

    PER I TUOI INVESTIMENTI AGEVOLATI CONTATTA FINANZIAMENTI.PUGLIA.IT - ing. Andrea Mingolla al 3409701477


     

Lo Staff FinanziamentiPuglia

Finanziamenti Puglia - Consulenza GRATUITA - Bandi - Finanza Ordinaria - Finanza Agevolata - Reti d'Impresa - Formazione Aziendale - Mob. +39 3409701477
Webmaster: FlavioDIpi&Sperti
Privacy Policy Cookie Policy