Imprese in difficoltà: in arrivo aiuti fino a 3 milioni di euro a copertura delle perdite

Novembre 13, 2020

Il supporto alle impresse da parte della Commissione Europea in risposta agli effetti negativi prodotti dalla pandemia, continuano e in maniera importante!
Il sostegno pubblico dovrà essere concesso entro il 30 giugno 2021 e sarà utilizzabile per i costi fissi scoperti sostenuti nel periodo compreso tra il 1° marzo 2020 e il 30 giugno 2021 (o in parte di tale periodo).
Questa l’architettura della nuova misura straordinaria inserita nel Quadro temporaneo in materia di aiuti di Stato con la comunicazione della Commissione UE C(2020)7127 final, pubblicata sulla Gazzetta ufficiale europea del 13 ottobre 2020.
A causa della pandemia di Covid-19, infatti, molte imprese devono far temporaneamente fronte al problema della diminuzione della domanda.
Sostenere tali imprese contribuendo a coprire una parte dei loro costi fissi può essere un modo efficace per sopperire al fabbisogno di liquidità, evitando il deterioramento del capitale, permettendo loro di proseguire le attività commerciali e fornendo una solida base per la ripresa.

Cosa prevede la nuova misura

Entrando nel dettaglio, la nuova misura (sezione 3.12 del Quadro temporaneo) consente agli Stati membri di coprire una parte dei costi fissi di imprese per le quali la pandemia di Covid-19 ha comportato la sospensione o la riduzione dell’attività commerciale.
L’aiuto dovrà essere concesso entro il 30 giugno 2021 e dovrà coprire i costi fissi non coperti sostenuti nel periodo compreso tra il 1° marzo 2020 e il 30 giugno 2021, compresi i costi sostenuti per una parte di tale periodo.
Gli aiuti possono essere concessi sulla base delle perdite previste, mentre l’importo definitivo dell’aiuto è determinato dopo il realizzo delle perdite sulla base di conti certificati o, con un’adeguata giustificazione fornita dallo Stato membro alla Commissione (ad esempio in relazione alle caratteristiche o alle dimensioni di determinati tipi di imprese) sulla base di conti fiscali. I pagamenti eccedenti l’importo finale dell’aiuto sono recuperati.

Intensità dell’aiuto

L’aiuto potrà essere concesso sotto forma di sovvenzioni dirette, garanzie e prestiti, fino ad un importo massimo di 3 milioni di euro. L’intensità dell’aiuto varierà a seconda della dimensione aziendale.
Per le micro e le piccole imprese, il sostegno potrà arrivare fino al 90% dei costi fissi non coperti, mentre sarà pari al 70% per le altre imprese.

A chi è rivolto

Potranno beneficiare dell’aiuto le imprese che hanno subito un calo di fatturato nel periodo ammissibile di almeno il 30% rispetto allo stesso periodo nel 2019. Saranno escluse le imprese che si trovavano già in difficoltà (ai sensi dell’articolo 2, punto 18, del Regolamento UE n. 651/2014) il 31 dicembre 2019.
Gli aiuti potranno comunque essere concessi alle microimprese o alle piccole imprese che risultavano già in difficoltà al 31 dicembre 2019, purché non siano soggette a procedure concorsuali per insolvenza ai sensi del diritto nazionale e non abbiano ricevuto aiuti per il salvataggio (salvo che li abbiano già rimborsati) o aiuti per la ristrutturazione (salvo che il piano si sia già concluso).

I punti chiave della misura

  • Saranno ammesse le imprese che hanno subito un calo del fatturato di almeno il 30% rispetto al 2019;
  • Escluse le imprese in difficoltà al 31 dicembre 2019, ad eccezione delle micro e piccole imprese purché non già soggette a procedure concorsuali per insolvenza e non abbiano ricevuto aiuti per il salvataggio o aiuti per la ristrutturazione;
  • L’aiuto – sotto forma di sovvenzioni dirette, garanzie e prestiti – coprirà fino al 70% dei costi fissinoncoperti, tranne per le microimprese e le piccole imprese per le quali l’intensità di aiuto potrà arrivare al 90% dei costi fissi non coperti;
  • L’importo complessivo dell’aiuto non potrà superare i 3 milioni di euro per impresa.
 

Bandi Attivi

PIA TURISMO

PIA TURISMO

PIA TURISMO 2024: PREMESSA Il PIA TURISMO della Regione Puglia concede agevolazioni alle GRANDI imprese e alle Piccole e Medie imprese e prevede l'ampliamento, ammodernamento e ristrutturazione di immobili destinati o da destinarsi alle attività turistico-alberghiere...

MINIPIA Regione Puglia

MINIPIA Regione Puglia

PREMESSE Questa nuova misura appartenente alla programmazione regionale 2021-2027 supporterà le impresse di micro dimensioni ad effettuare un cambiamento nelle modalità con le quali decidono di programmare gli investimenti produttivi. Con i TITOLO 2 CAPO 3 - misura...